Brignano

Accanto ai necrologi una raffica di insulti contro i medici morti per Covid-19

Vandalizzata la bacheca comunale di via Vittorio Emanuele II, accanto al cimitero.

Accanto ai necrologi una raffica di insulti contro i medici morti  per Covid-19
Cronaca Gera d'Adda, 23 Novembre 2020 ore 11:30

Hanno generato un'ondata di indignazione le scritte comparse in queste ore a Brignano, sulla bacheca comunale di via Vittorio Emanuele II, accanto al cimitero. Si tratta di una serie di insulti, vergati da un ignoto vandalo con un pennarello, sul pannello della bacheca che ospita tra l'altro anche i necrologi dei defunti.

Insulti ai medici morti per Covid-19

A parte il cattivo gusto di deturpare la bacheca dei necrologi, l'anonimo autore se la prende con i "179 medici" che si "sono fatti fregare dal virus", insultandoli pesantemente. Il riferimento è chiaramente ai 179 medici italiani che finora hanno pagato con la vita l'impegno quotidiano contro il Covid-19, e i cui nomi e cognomi sono stati scolpiti su una lapide del Tempio votivo dei medici d'Italia a Duno, nel Varesotto.

Leggi anche:

Medici morti, alla Bergamasca il triste primato

Stress post-traumatico, a Treviglio  medici in psicoterapia dopo la trincea contro il Covid-19

Centinaia di commenti sui social

A notare le scritte sono diversi brignanesi che hanno postato la foto della bacheca sui social (in alto a sinistra la foto tratta dal gruppo Fb "Brignano senza censura". E' di poco fa anche un post del medico di base e candidato sindaco di Treviglio Matide Tura. "Che tristezza. Senza parole..." commenta.

Nella foto in alto  gli insulti sulla bacheca sono stati parzialmente censurati. QUI  la foto originale (attenzione, linguaggio molto forte)

TORNA ALLA HOME