Attualità
Vailate

Un semaforo all'incrocio pericoloso

È in progetto per le vie Marconi, Colombo, Caimi e Martiri della Libertà

Un semaforo all'incrocio pericoloso
Attualità Cremasco, 09 Aprile 2022 ore 13:00

Per l’incrocio pericoloso di Vailate, fra le vie Marconi, Colombo, Caimi e Martiri della Libertà, spunta l’opzione semaforo: costerà fra i 15mila e i 20mila euro.

L'incrocio pericoloso

È il progetto su cui sta lavorando l’Amministrazione per risolvere i problemi relativi alle mancate precedenze e all’alta velocità che interessano l’intersezione. Nei mesi scorsi il Comune ha vagliato innumerevoli soluzioni per metterla in sicurezza, dall’installazione di tre passaggi pedonali rialzati, al posizionamento di dossi, passando per l’ipotesi di sopraelevare tutto l’incrocio.

La soluzione semaforo

Purtroppo però, ciascuna delle opzioni si è rivelata insoddisfacente, per motivi tecnici o in quanto non del tutto risolutiva.

"Il semaforo si pone come la soluzione ottimale - ha spiegato il vicesindaco Pierangelo Cofferati - Pur sempre perfettibile, ma comunque quella che avrebbe un maggior risultato in termini di riduzione della velocità. Sarebbe utile un 'semaforo intelligente', che scatti a determinate condizioni".

Costi e tempistiche

Il costo dell’operazione dovrebbe essere compreso fra i 15mila e i 20mila euro e verrà finanziata coi fondi del Bilancio, a meno che si presenti la possibilità di accedere a un bando.

"L’incrocio ha una caratteristica molto peculiare, in quanto in entrata via Caimi è a senso unico, da nord a sud - ha aggiunto - I tecnici che stanno facendo le valutazioni dovranno quindi tenere conto di questo aspetto. In ogni caso, avendo l'incrocio quattro accessi, ritengo che gli impianti semaforici dovranno essere quattro, anche perché in via Caimi esiste un percorso ciclopedonale a doppio senso di marcia. Per quanto riguarda le tempistiche, il comandante Fausto Tovo valuterà il da farsi. Salvo imprevisti, daremo il via ai lavori entro settembre".

L'opzione dossi

Nonostante i precedenti progetti per la messa in sicurezza dell’incrocio siano stati superati, secondo Cofferati l’installazione dei dossi non è completamente da escludere.

"Quella del semaforo è l’idea espressa dalla Giunta come soluzione ottimale - ha concluso - Ovviamente, se a seguito dei rilievi non sarà praticabile, ritorneremo sull’opportunità di posizionare dei dossi, anche se questa ipotesi potrebbe porre alcune criticità in via Martiri della Libertà dove, nell’ultimo tratto in prossimità dell’incrocio, sono presenti gli incastri della roggia 'Vailata' e manca il marciapiede per via della ristrettezza della carreggiata".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter