Attualità
Commercio

Tre attività della Bassa diventano storiche, premiate da Regione Lombardia

Premiati la bottega "Pietre da vivere" di Brignano, il negozio "Foto Attualità Cesni" di Treviglio e la Tabaccheria N1 di Verdellino.

Tre attività della Bassa diventano storiche, premiate da Regione Lombardia
Attualità Treviglio città, 16 Dicembre 2022 ore 10:11

La bottega "Pietre da vivere" di Brignano, il negozio "Foto Attualità Cesni" di Treviglio e la Tabaccheria N1 di Verdellino: sono i tre esercizi della Bassa che hanno ottenuto il riconoscimento di "attività storiche e di tradizione" da Regione Lombardia.

Bergamasca, 56 nuove attività storiche

Sono 56 le attività storiche in provincia di Bergamo che hanno ottenuto il riconoscimento da Regione Lombardia nel 2022. La consegna è avvenuta ieri, 15 dicembre, nella sala Mosaico del Palazzo dei Contratti e delle Manifestazioni, alla presenza dell'assessore regionale allo Sviluppo economico, Guido Guidesi, dell'assessore regionale al Turismo, marketing territoriale e moda Lara Magoni e del presidente della Camera di Commercio di Bergamo, Carlo Mazzoleni.

Un premio dedicato a negozi, locali e botteghe artigiane che hanno svolto la propria attività senza interruzioni per un periodo non inferiore a 40 anni.

Capacità di resistenza e innovazione

"Fino all'anno scorso - ha evidenziato l'assessore Guidesi - questo evento si svolgeva in un'unica giornata a Palazzo Lombardia, quest'anno abbiamo invece scelto di organizzare le premiazioni direttamente sul territorio perché queste imprese sono la linfa e l'anima delle comunità e garantiscono servizi fondamentali per la vita delle comunità stesse. Queste imprese hanno dimostrato grande capacità di resistenza ma anche di innovazione, requisiti essenziali per restare competitivi. Spesso le storie di queste attività coincidono con le storie familiari ed è stato emozionante vedere diverse generazioni riunite in questa occasione.

La vicinanza di Regione Lombardia non si limita al riconoscimento ma prevede anche uno strumento specifico di sostegno riservato alle attività storiche incluse nell'albo regionale, l'obiettivo è quello di favorire la rigenerazione e l'innovazione anche grazie anche agli aiuti messi a disposizione dalla Regione. Il nostro è un grazie a tutte queste imprese per quello che hanno fatto e quello che faranno”.

Un tesoro da preservare

L'assessore Guidesi traccia poi un bilancio dei tour organizzati nei diversi territori.

“Tutte le premiazioni - ha proseguito Guidesi - sono state molto partecipate. Abbiamo visto negli occhi dei premiati l'orgoglio per essere arrivati fin qui e la gratitudine per le generazioni che hanno dato il via all'attività. La scelta di portare questo evento sui territori si è rivelata giusta considerata anche considerando l'apprezzamento da parte di tutti i soggetti coinvolti: stakeholder, premiati e familiari”.

“La Lombardia - ha dichiarato l'assessore Magoni - oggi premia la passione e il lavoro di tanti commercianti ed esercenti che hanno dedicato la vita alla loro attività. Si tratta di un tesoro prezioso da preservare e valorizzare, di luoghi storici del commercio e botteghe artigiane che contribuiscono a rafforzare la competitività e l'attrattiva turistica della Lombardia".

Sostegno alle imprese bergamasche

Regione Lombardia ha inoltre messo in campo un sostegno concreto per Micro, Piccole e Medie Imprese iscritte nell'elenco regionale delle attività storiche attraverso il bando 'Imprese storiche verso il futuro 2022'. Risorse da investire quindi per l'innovazione, per favorire il ricambio generazionale e la riqualificazione dei locali. Nel dettaglio per la provincia di Bergamo sono stati concessi contributi pari a 1.290.369 euro per un totale di 61 imprese. Di questi, 1.213.038 euro per il settore del commercio e 77.330 euro per il settore dell'artigianato. Infine, la ripartizione degli 61 beneficiari: 56 imprese appartengono al settore del commercio, 5 all'artigianato.

Seguici sui nostri canali