Attualità
Treviglio

Sessantacinque anni di "Foto Attualità Cesni": riconosciuta attività storica

Il giusto riconoscimento per i 65 anni di un’avventura, avviata nel 1957 dal capostipite Giuseppe Cesni.

Sessantacinque anni di "Foto Attualità Cesni": riconosciuta attività storica
Attualità Treviglio città, 13 Agosto 2022 ore 15:35

E’ probabilmente l’unico negozio di Treviglio ad aver dato il nome a un luogo. Prima di piazza Setti, come molti ricorderanno, c’era un parcheggio. Che tutti chiamavano Cesni, dal nome del negozio che si affacciava su di esso.
Del resto "Foto Attualità Cesni" è una vera e propria istituzione in città. Tanto da meritarsi la targa di "Attività storica e di tradizione" da parte di Regione Lombardia.

Cesni diventa attività storica

Il giusto riconoscimento per i 65 anni di un’avventura, avviata nel 1957 dal capostipite Giuseppe Cesni, proseguita con i figli Franco, Silvia e Luca (nella foto), e giunta oggi alla terza generazione con Alberto e Roberta. Sempre nel segno della competenza e della professionalità.
Giuseppe Cesni, per tutti Pino, classe 1932, dopo un’esperienza alla Spica comincio a collaborare con il fotografo Roberto Leoni. Da lì la decisione di mettersi in società e dare vita a "Foto Attualità di Leoni e Cesni". Il primo negozio venne aperto nel 1957 in via Matteotti. Poi, pochi mesi dopo, il trasferimento all’angolo tra via Messaggi e la piazzetta Setti (dove sino a pochi anni fa c’era il tappezziere Ferla). Infine, nel 1972, la decisione di costruire l’attuale sede di piazza Setti sulle ceneri di un vecchio edificio. Nel frattempo, a Pandino, nel 1959 era stata avviata una succursale, tuttora aperta e sempre gestita dai Cesni.

"Mio padre era già all’avanguardia a quei tempi - ha sottolineato il figlio Franco - perché il negozio era già su tre livelli: al piano terra il laboratorio, al primo la vendita di attrezzature e al secondo l’esposizione. Sino al 1965 l’attività prevalente era stata la realizzazione di immagini per i giornali e le riviste. Poi, quando la fotografia divenne popolare, si puntò molto anche sullo sviluppo rullini e la vendita di macchine fotografiche, oltre ai servizi fotografici per matrimoni e cerimonie varie. Papà e il suo socio, inoltre, furono i primi a portare la fotografia all’esterno dello studio. All’epoca si era soliti recarsi in negozio per fare le foto. Loro invece si mettevano in piazza e fornivano lì il servizio. E la sera spesso si recavano nelle discoteche".

Un'attività di famiglia

Nel 1981 la coppia Cesni-Leoni si divide per la pensione di quest’ultimo e proprio Franco, seguito due anni dopo dalla sorella Silvia, entra nella società. Nel 1994 la famiglia Cesni viene sconvolta dall’inaspettata morte di Pino. Un vero e proprio fulmine a ciel sereno. Una scomparsa che accelera l’ingresso in negozio del terzo fratello, Luca.

Oggi il negozio di piazza Setti si è evoluto per restare al passo coi tempi e continua a essere punto di riferimento degli appassionati di fotografia, che arrivano anche da fuori provincia. Conta anche uno store online, un’accademia dove organizza corsi e svolge attività di foto e video (anche di post produzione), oltre a tutti quei servizi per cui è si è guadagnato la fama in tutti questi anni. Da qualche anno Alberto e Roberta, la terza generazione dei Cesni, hanno cominciato la loro "gavetta", con la speranza che il cognome continui nel settore della fotografia.

"L’importante è rinnovarsi sempre - ha concluso Franco - Io tra qualche anno andrò in pensione, ora sta a loro proseguire la strada iniziata nel 1959 da mio padre".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter