Attualità
Sanità

La "voce" della pianura in campo sanitario: cos'è la Conferenza dei sindaci, di cui Imeri è il nuovo presidente

Caterina Vitali (sindaca di Ciserano) sarà invece la rappresentante dei primi cittadini in seno all'Ats

La "voce" della pianura in campo sanitario: cos'è la Conferenza dei sindaci, di cui Imeri è il nuovo presidente
Attualità Treviglio città, 21 Ottobre 2022 ore 18:10

Sarà un organismo di fondamentale importanza, nel quadro della nuova Riforma sanitaria lombarda: il "raccordo" tra la politica territoriale e il mondo della sanità pubblica, incaricato di portare ai vertici della sanità locale le istanze dei Comuni. È la Conferenza dei sindaci, che oggi pomeriggio, venerdì 21 ottobre, era convocata nella Sala Verde dell'ospedale di Treviglio per eleggere i suoi nuovi vertici. A guidarla come presidente, per i prossimi cinque anni, sarà il sindaco di Treviglio Juri Imeri, insieme al vicepresidente Sebastian Nicoli, primo cittadino di Romano. Le due città più importanti della Bassa bergamasca, punti di riferimento di tutta la Asst Bergamo Ovest.

Il compito della Conferenza dei sindaci

Il nuovo ente prenderà il posto di Ats come "raccordo" tra i bisogni del territorio e la risposta del sistema sanitario locale, composto dall'Asst e dai suoi Distretti. La Conferenza avrà, tra l'altro, il compito di formulare proposte sull’organizzazione del sistema socio-sanitario della Bassa nei prossimi anni, di partecipare alla verifica dell'attuazione dei programmi della stessa Asst, e di esprimere pareri sul piano di sviluppo del Polo Territoriale e sulla finalizzazione e distribuzione delle risorse finanziarie. La Conferenza si avvarrà anche, al suo interno,  di un Consiglio di Rappresentanza dei Sindaci, eletto a sua volta nella stessa seduta di oggi, e indicherà un Responsabile dell’Ufficio di Pubblica Tutela dell'Asst.

L'Asst: 77 Comuni dalla Bassa all'Isola

Ad oggi l'Asst trevigliese ha competenza su 77 Comuni, che vanno dall'intera Bassa bergamasca all'Isola, passando per la Media pianura. Alle elezioni hanno partecipato rappresentanti di 48 Comuni, che rappresentano il 71% della popolazione dell'area su cui ha competenza l'Asst. Aprendo i lavori, il direttore generale dell’Asst Peter Assembergs ha voluto in primis ricordare Fausto Alborghetti, primo Direttore di Distretto prematuramente scomparso a maggio. Poi ha presentato i quattro neonominati Direttori dei futuri Distretti di Treviglio, Romano, Dalmine e Ponte San Pietro, e la nuova referente dell’Ufficio Sindaci in capo all’azienda, Ivana Lamera.

Imeri presidente, Nicoli vicepresidente

Quindi le elezioni delle cariche interne, che hanno visto eleggere presidente il sindaco della città più grande dell'Asst, Juri Imeri, del centrodestra, e vicesindaco Sebastian Nicoli, centrosinistra, primo cittadino di Romano.

Vitali (Ciserano) rappresentante dei sindaci in Ats

È stato quindi nominato il Consiglio di rappresentanza dei sindaci, che sarà composto da Fabio Ferla (sindaco di Calvenzano), Cinzia Terzi (Assessore ai Servizi Sociali e alla persona di Dalmine) e da Alessandra Locatelli (sindaca di Mapello). Caterina Vitali (sindaca di Ciserano) è stata invece nominata come membro del Collegio dei sindaci di Ats. Una mozione proposta dal neo-presidente Imeri prevede che la stessa Vitali sia formalmente invitato, in veste di uditrice senza diritto di voto, anche a tutte le sedute del Consiglio di Rappresentanza.

 Da sinistra a destra Caterina Vitali,  Cinzia Terzi, Alessandra Locatelli, Juri Fabio Imeri, Fabio Ferla, Sebastian Nicoli, Peter Assembergs

Seguici sui nostri canali