Attualità
Romano

Il Covid non fa più paura: in città arriva il Luna Park

Dopo lo stop forzato a causa i contagi Covid della variante Omicron, torna la tradizionale fiera.

Il Covid non fa più paura: in città arriva il Luna Park
Attualità Romanese, 01 Marzo 2022 ore 14:02

A Romano dopo lo stop forzato causa i contagi Covid della variante Omicron, torna la tradizionale fiera.

La città in festa

Finalmente, seppur in una data inedita, torna il luna park in città. Come era stato spiegato a gennaio, i dati della diffusione del Covid non permettevano di avere delle condizioni idonee per poter allestire la tradizionale fiera che, da decenni, accompagna la festività di San Biagio che si festeggia il 3 febbraio. In quei giorni in città erano numerosissime le persone in isolamento fiduciario, causa l’esplosione della variante Omicron, con diverse classi scolastiche in quarantena. La situazione attuale è decisamente diversa, con una decrescita decisa dei casi in provincia e in città.

La decisione dell’Amministrazione

Il sindaco Sebastian Nicoli che a gennaio aveva annunciato la rinuncia al luna park, nel corso di una conferenza stampa ha motivato la scelta di riportare le giostre in città.

“Attualmente in isolamento fiduciario abbiamo una quarantina di persone: uno scenario decisamente diverso per fortuna. - ha detto Nicoli - Per questo motivo, così come dichiarato a gennaio, ho accordato la possibilità di allestire il luna park a Romano. Sarà pienamente funzionante da venerdì 4 marzo fino a domenica 13 marzo. Le giostre saranno collocate in Piazza Fiume, via Cavagnari, Via Battisti e in piazza Rocca. Riusciremo quindi a fare in modo che sia in città per due week end oltre ai giorni feriali in cui funzionerà a pieno regime”.

Luna park

Saranno diverse le promozioni per questa edizione straordinaria del nostro luna park. Venerdì “festa dello studente” (con biglietti omaggio e biglietti jolly distribuiti nelle scuole). Il 9 marzo “festa della famiglia” (paghi 1 e prendi 2) e il 10 marzo incasso a sostegno del operato del personale sanitario.

“Non sarà un luna park ridimensionato ma che vedrà la presenza, di fatto, di quasi tutte le attrazioni, segnale di grande attenzione degli operatori degli spettacoli viaggianti per la nostra città. - ha detto Nicoli - Quindi quest’anno, anche se in extremis, ce la faremo a proporre un luna park che, ricordo, opererà in piena sicurezza essendo richiesto Green pass rafforzato e mascherine per poter accedere alle attrazioni e anche all’intera area. In tal senso verranno fatti controlli dalla Polizia locale e da degli steward dedicati a questo compito. Sono previste sanzioni a chi, in caso di controllo, risultasse sprovvisto di Green pass”.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter