Attualità
Società

Così Brescia fa squadra per lasciare l’auto a casa: nasce "Vieni al lavoro sostenibile"

Brescia ha deciso di celebrare la Settimana europea della mobilità sostenibile con una ricchissima rassegna di eventi,

Attualità Oglio, 09 Settembre 2022 ore 08:29

Come si convincono decine di migliaia di lavoratori, ogni giorno, a lasciare l’auto privata a casa, per recarsi al lavoro con mezzi sostenibili? Una delle sfide più complicate dei prossimi decenni sarà al centro delle iniziative della Settimana europea della mobilità sostenibile, che Brescia ha deciso di celebrare con un ricchissimo programma di eventi, coordinati dall’assessore alla Mobilità Federico Manzoni, dalla Mobilità manager Nadia Bresciani. Sarà una manifestazione imponente per qualità e per varietà delle proposte,  decisamente interessante. Il programma, presentato mercoledì da Manzoni a Palazzo della Loggia,  si articola su tutta la Settimana europea tra il 16 e il 22 settembre ed è sostenuto da un’estesa rete di enti ed associazioni: dall’Università a Confindustria, da Brescia Mobilità fino a Fiab, Brescia Centro e Legambiente. Tra  le (tante) iniziative peculiari - che puntano ad "andare oltre" il classico "stand" in piazza, e ad incidere invece sulla vita quotidiana dei bresciani - spicca "Vieni al lavoro sostenibile", dedicata ai pendolari.

Al lavoro senza auto: Brescia all'avanguardia con "Vieni al lavoro sostenibile"

Per sette giorni, i dipendenti delle aziende  bresciane  che sceglieranno per il tragitto casa-lavoro qualunque alternativa all’auto privata (valgono sia il treno e i bus, la metropolitana, che le biciclette o una semplice camminata) potranno registrarsi tramite un apposito link dal sito del Comune, e partecipare così all’estrazione di diversi premi messi in palio della stesse aziende aderenti.
A fornire i premi, che saranno estratti lunedì 26, sono state le stesse imprese, 23 al momento, ma le iscrizioni sono ancora aperte.

Una nuova rotta per la Mobilità

L’iniziativa racconta una nuova rotta in tema di Mobilità che la città di Brescia e l'assessore Manzoni, in occasione della Settimana europea, sembrano avere chiara in mente. Negli anni dell'emergenza climatica, del caro energia, il tema della sostenibilità comporta anche un ripensamento di come "viviamo" quotidianamente le città e le loro reti.  Una riprogettazione di cui il Comune è il principale protagonista, ma che necessità di comunicazione e integrazione tra tutti gli attori coinvolti.

Una pedonalità per tutti

Cominciare a parlarne, insomma, è fondamentale, e Brescia ha interpretato la Settimana europea proprio in questa chiave. Si comincia martedì 20 alle 14.30 nell’auditorium di Brescia mobilità, con il seminario «Mobilità pedonale e trasporto collettivo: le necessarie integrazioni», in collaborazione con Università di Brescia. Il punto sarà sulla pedonalità, ha spiegato mercoledì la ricercatrice di UniBs Martina Carra. «Cercheremo di capire quanto la pedonalità sia un aspetto fondamentale, da progettare in modo universale, non solo per utenti con caratteristiche specifiche».

Bici elettriche e monopattini

Non solo pedoni, però. Durante la mattinata di martedì, alle 12.30 sarà inaugurata la nuova stazione di ricarica per biciclette e monopattini elettrici in viale Europa, nell’ambito del progetto di Regione Lombardia MoSoRe. A tagliare il nastro saranno l’assessore Manzoni con il rettore di UniBs Maurizio Tira.

Sempre a proposito di mobilità per tutti, l'associazione Pedalabile guidata da Roberto Dalla Pellegrina organizza una ciclopasseggiata dedicata a tandem speciali, adatti per trasportare persone diversamente abili. L'associazione, nata dopo un viaggio in bicicletta da Brescia a Roma, si ispira al principio per cui "Il vento in faccia è un diritto di tutti". La partenza è in piazza Loggia, sabato, e l'arrivo al parco Gallo.

Brescia - Settimana europea della mobilità sostenibile (1)
Foto 1 di 7

La presentazione della Settimana europea per la mobilità sostenibile nella Sala dei Giudici

Brescia - Settimana europea della mobilità sostenibile (2)
Foto 2 di 7

Francesca Quirico - Brescia Mobilità

Brescia - Settimana europea della mobilità sostenibile (3)
Foto 3 di 7

Martina Carra - Ricercatrice di Unibs

Brescia - Settimana europea della mobilità sostenibile (5)
Foto 4 di 7
Brescia - Settimana europea della mobilità sostenibile (6)
Foto 5 di 7

Roberto Dalla Pellegrina - Ass. Pedalabile

Brescia - Settimana europea della mobilità sostenibile (7)
Foto 6 di 7

Arch. Stefania Mangano - Confindustria Brescia

Brescia - Settimana europea della mobilità sostenibile (8)
Foto 7 di 7

Pier Giuseppe Pasquali - Fiab

In campo anche E-Vai: il futuro del car-sharing

Altro appuntamento importante quello di mercoledì 21 settembre alle 16.30 al campus Mompiano dell’Università Cattolica: «La mobilità del futuro» raccontata da E-Vai, la società del gruppo Fnm che gestisce uno dei più avanzati servizi di car sharing elettrico e pubblico in Italia. Interverranno tra gli altri il sindaco di Brescia Emilio Del Bono, l’Amministratore delegato di Trenord, e dg del gruppo Ferrovie Nord Marco Piuri, Marco Medeghini di Brescia Mobilità, l’assessore Manzoni, Gianni Martino (Ad di E-vai), Roberto Colicchio (Head of business Development Be charge) e Antonio Ballarin Denti, presidente del Comitato scientifico della fondazione Lombardia per l’ambiente. Dopo il test-drive e l’incontro, la giornata si chiude con un aperitivo.

Cosa fanno i mobility manager?

Ma per entrare nella «concretezza» dell’organizzazione quotidiana del lavoro e degli spostamenti per lavoro nell’era della sostenibilità, giovedì 22settembre  scenderà in campo anche Confindustria.
«Molti imprenditori sono spaesati davanti alle nuove regole circa l’obbligo di dotarsi di un “Mobility manager” aziendale - ha spiegato mercoledì l’architetto Stefania Mangano, di Confindustria Brescia - Ma d’altra parte vogliamo spiegare proprio perché è importante, invece, investire in questo campo». L’occasione sarà «Mobilità sostenibile - Manuale d’uso per i mobility manager», alle 14.30 nella sala convegni «Beretta», nella sede degli Industriali.

Le iniziative di Fiab

Oltre alla Giornata ecologica, al trofeo «Tartaruga», a decine di mostre ed eventi, tra gli appuntamenti più attesi c’è «Pedalando degustando», organizzata dalla Federazione italiana amici della bicicletta. Che quest’anno alla tradizionale ciclopasseggiata enogastronomica affiancherà, domenica 18 settembre, una manifestazione dedicata alla bici-cargo e una gara di orienteering per le vie del centro.

Il Pigliatutto dei commercianti

Non mancheranno i commercianti. Il Consorzio Brescia Centro, ha spiegato mercoledì la presidente Serena Schiavo, organizzerà una sorta di «fuori-tutto» tra i negozi del centro. Per chi raggiungerà in bici o a piedi lo stand dell’associazione in piazza Vittoria, domenica 18 settembre, ci sarà un gadget in omaggio. «Come commerciante, del resto, sono io stessa la prima a volere una città con meno auto».

Domenica ecologica: centro storico chiuso al traffico privato

E poi, c'è la "tradizionale" domenica ecologica. Dalle 9 alle 19, sempre domenica 18 settembre torna il blocco del traffico, per dare l’occasione ai bresciani di riscoprire gli spazi del centro storico «liberi» per qualche ora dalle macchine. Per spostarsi sui mezzi sarà istituito un biglietto unico di fascia C, valido per tutta la giornata su tutta la rete (zone Z1 e Z2 per bus e metro), fascia C per i bus di area extraurbana.

Il programma completo della Settimana europea per la mobilità sostenibile è  ricchissimo,  ed è disponibile sul sito del Comune.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter