Cronaca
Bergamasca

Gasolio alle stelle, in Bergamasca tornano i ladri: "Spariti 1200 litri dai miei TIR"

Mentre il costo dei carburanti va alle stelle, tornano i ladri di gasolio. Questa volta i due responsabili – 43 e 64 anni, entrambi bergamaschi – sono stati arrestati.

Gasolio alle stelle, in Bergamasca tornano i ladri: "Spariti 1200 litri dai miei TIR"
Cronaca Media pianura, 19 Marzo 2022 ore 10:04

Sono entrati nel capannone di una ditta di autotrasporti di Albano Sant’Alessandro e con la classica tecnica della canna di plastica hanno rubato diverse decine di litri di gasolio dai serbatoi dei Tir che vi erano parcheggiati. Succede anche questo, anche i Bergamasca: mentre il costo dei carburanti va alle stelle, tornano i ladri di gasolio. Questa volta i due responsabili – 43 e 64 anni, entrambi bergamaschi – sono stati arrestati.

Succhiano gasolio dal serbatoio dei Tir

E’ successo nella notte di ieri, 18 marzo. I due soggetti, con diverse taniche vuote e una canna di plastica da giardino gialla, hanno utilizzato la solita “classica” ma pericolosa tecnica di succhiare i carburanti dai serbatoi dei Tir dell’azienda. Peccato per loro, però, il proprietario dell’azienda si è accordo di quanto stava accadendo e ha chiamato i carabinieri.

Sorpresi a caricare sette taniche

Non c’è voluto molto perché i militari rintracciassero i due, a poca distanza dall’azienda, non distante da un corso d'acqua he scorre nei pressi dell’azienda stessa. Stavano caricando le sette taniche piene fino all’orlo, su un’utilitaria. E sono finiti in manette. Con loro avevano anche degli abiti intrisi di gasolio e una cesoia. Inutile ribadire quanto sia pericoloso, per gli stessi ladri, questo tipo di pratica.

Il proprietario: “Spariti 1200 litri”

Il titolare della ditta ha denunciato un ammanco di circa 1200 litri di gasolio per un valore di circa 2400 euro considerando le attuali tariffe. I due arrestati sono stati quindi rinchiusi nelle camere di sicurezza del Comando di Bergamo, in attesa del processo per direttissima che si terrà in Tribunale a Bergamo.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter