Musica

Il Vava e Ramazzotti insieme per un VIDEO benefico

“Corrieros”, ideato dal cantante bergamasco Vava77 e realizzato per Fondazione Cesvi

Spettacoli Treviglio città, 22 Dicembre 2020 ore 15:00

Una ripresa aerea di un furgone bianco. Quello di un corriere: ce ne sono tanti in giro, soprattutto in questo periodo. Un fattorino sale le scale con una certa indolenza: porta un pacco con sopra il simbolo del Cesvi, nota organizzazione umanitaria bergamasca. Si toglie la giacca e percorre un corridoio che lo porta di fronte al vetro di uno studio di registrazione dove un gloria locale, il Vava77, all’anagrafe Daniele Vavassori, fa il check al microfono. Poi il fattorino svela la sua identità, aprendo la porta: nientemeno che Eros Ramazzotti.

 

Il Vava e Ramazzotti insieme per un video di Natale

Eros chiede, timidamente: «È uno studio di registrazione? Bello. Potrei fare, non so, dei cori?». «Lei canta?», incalza il Vava. «Sì, ogni tanto», risponde Eros abbassando lo sguardo. «Vorrei, ma è una situazione professionale, sto lavorando», replica il Vava. Che poi, solo, commenta: «Questi sognatori!». E poi comincia a cantare al microfono: «Dedicata a tutti quelli che, aiutano gli altri. Dedicata a tutti quelli che, se si presenta l’occasione, si mettono a disposizione. In ogni senso, hanno creduto, cercato e voluto che fosse così». Parole perfette come inno alla grande catena di solidarietà che si è messa in moto negli ultimi mesi.

Una produzione di ottimo livello, divertente, quella del video “Corrieros”, ideato dal cantante bergamasco e realizzato per Fondazione Cesvi, che in questi mesi ha portato aiuto immediato alle strutture sanitarie, agli anziani rimasti isolati a causa delle restrizioni anticovid e ai bambini. Un video realizzato per ringraziare chi ha supportato la fondazione in un anno così difficile. E per invitare tutti a continuare su questo percorso attraverso i regali solidali di Cesvi. Ne dà notizia Primabergamo.it

Se bastasse una canzone...

Ramazzotti per l’occasione ha anche riadattato il suo brano del 1990 “Se bastasse una canzone”. E ha commentato così l’iniziativa: «Sono onorato ed orgoglioso di far parte di questa bellissima iniziativa del Cesvi, non profit di Bergamo che sappiamo quanto ha pagato questa epidemia in termini di vite umane. L’iniziativa è pensata per donare un sorriso a bambini ed anziani che vivono in condizioni di fragilità durante questi tempi difficili. Bisogna guardare al futuro ma bisogna farlo rimanendo uniti, prodigandosi a favore di chi ha più bisogno e cercando di donare gioia per affrontare insieme questi momenti di difficoltà, con l’augurio che queste feste possano essere il più possibile serene per tutti». «Quando il Cesvi mi ha contattato per questo progetto – ha raccontato il Vava – ho pensato che sarebbe stato fondamentale condividerlo con un grande artista che conosce il valore della generosità. Eros ha saputo vivere questo momento e trasformarlo in magia».

Eros, tra l’altro, ha partecipato anche all’asta solidale lanciata da Elio e le Storie Tese, il Trio Medusa e ancora Cesvi su Charitystars con cui sono stati raccolti oltre 21 mila euro raccolti per aiutare 35 band musicali, in risposta alla crisi economica generata dall’emergenza Covid. Ramazzotti ha messo in vendita una sua chitarra e ha superato i 6 mila euro di donazione; Biagio Antonacci, con un suo quadro, ha fatto mettere in cassa oltre 2 mila euro; Diletta Leotta ha raccolto con una lezione privata di fitness 2.900 euro. gruppi musicali sono stati selezionati tra i molti che si sono candidati a un bando presentando un progetto musicale sotto forma di demo di un brano edito o inedito.

TORNA ALLA HOME