Menu
Cerca
Treviglio

Studio Costa e Casa delle donne per il progetto "Adottiamo una panchina rossa"

Sabato 8 maggio alle 15 si terrà l'inaugurazione nel parcheggio dello Studio Costa di via Diaz.

Studio Costa e Casa delle donne per il progetto "Adottiamo una panchina rossa"
Eventi Treviglio città, 03 Maggio 2021 ore 17:39

(nella foto la panchina rossa già presente voluta dall'Amministrazione trevigliese)

La Casa delle donne lancia il progetto "Adottiamo una panchina rossa".

La panchina rossa

La panchina rossa è il simbolo dell’attività di comunicazione e di sensibilizzazione lanciata dagli Stati Generali delle Donne che ha coinvolto tutto il Paese nell’attività di sensibilizzazione contro la violenza di genere. La panchina rossa è il simbolo della lotta contro il femminicidio, trae origine dal “posto occupato”, una campagna di sensibilizzazione sociale, virale e gratuita contro la violenza sulle donne, destinata a ricordare le donne uccise che non occupano più un posto a sedere.

Questo, dunque, il significato simbolico della panchina rossa: un luogo dove troppe donne non potranno più sedersi perché la loro vita è stata spezzata da mariti, compagni, fidanzati o ex. Nella Bassa sono moltissimi i Comuni che hanno già aderito all'iniziativa e si sono dotati di panchine rosse, sposandone il significato simbolico.

La panchina rossa dello Studio Costa

L’idea del progetto nasce dallo Studio Costa che si è insediato con i suoi uffici e servizi nel territorio di Treviglio, ristrutturando uno stabile che si trova in Via Diaz. Adiacente alla struttura, nelle vicinanze di un parcheggio di pertinenza, lo Studio Costa ha deciso di ospitare una panchina rossa con il patrocinio dell'Amministrazione comunale.

Adottiamo una panchina rossa

Ma l'impegno dello Studio Costa è proseguito prendendo contatti con l'associazione "Casa delle donne" che ha condiviso il progetto con il Consiglio delle Donne, ma anche con le associazioni che vi aderiscono, trovando massima collaborazione.
#Adot-TI-AMO la panchina rossa è un progetto che grazie alle 13 associazioni aderenti al Consiglio delle Donne di Treviglio, ogni mese dell’anno proporranno un’azione per "rendere viva" e "animare" la panchina, per non dimenticarla, per non renderla solo arredo urbano.

La Casa delle Donne avrà il compito di coordinare il progetto che sin da subito ha visto le associazioni disponibili e molto creative.

"La violenza di genere che coinvolge tutti i territori, di cui si parla e si sente parlare per motivi di cronaca, può è deve diventare una priorità - si legge in una nota diffusa dall'associazione trevigliese - Ricordare le donne che non ci sono più o quelle che ancora vivono relazioni maltrattanti rende bella e viva una comunità, facilita la partecipazione e permette a tutti di camminare in un solco che fa bene agli uomini e alle donne".

Sabato l'inaugurazione

L'inaugurazione si terrà sabato 8 maggio dalle 15 in via Diaz. Un giorno ancor più importante vista la vicinanza con la Festa della mamma e un'occasione per ricordare tutti i bambini che a causa di questa orribile situazione sono rimasti orfani.

Inoltre l'Associazione Trasporto Solidale con la presidente Emilia Santinelli e Nicoletta Colleoni, hanno pensato di addobbare la panchina con fiori realizzati dai loro volontari.