Sport
Sport - basket serie c gold

Tusa: "La squadra sarà allestita per cercare di centrare l’obiettivo playoff"

Le prime impressioni del nuovo allenatore di Romano. Mercato: il saluto all'ala Gabriele Villa

Tusa: "La squadra sarà allestita per cercare di centrare l’obiettivo playoff"
Sport Romanese, 19 Giugno 2022 ore 10:00

"L'assassino torna sempre sul luogo del delitto". E’ una citazione celeberrima che ben si addice ad Alessandro Tusa (nella foto), il nuovo coach del Romano Basket per la stagione 2022/23 di Serie C Gold. Tusa, 41 anni di Brescia, dal 2011 al 2015 ha operato alla Blu Basket 1971 Treviglio come assistente di coach Adriano Vertemati in serie A2 e di conseguenza aveva fatto "casa e bottega" al PalaFacchetti di Treviglio dove i romanesi disputano le partite di campionato.

Alessandro Tusa e la Romano Basket

Nell’ultima stagione Tusa ha guidato il Gussago in Serie D, nella precedente era il tecnico del Basket Lions del Chiese Asola in C Silver. Tecnico gran lavoratore, ottimamente preparato, uno di quei coach giovani ma di vecchio stampo, uno di quelli da "pane e basket" tanto per intenderci...

Come è arrivato il tuo ritorno nella Bassa stavolta a Romano?

"Quando ero andato via da Treviglio anni fa avevamo già parlato per il settore giovanile, ma allora avevo fatto una scelta di riavvicinamento a casa, ovvero di andare in provincia di Brescia. Questa estate il direttore generale Massimo Carelli mi ha cercato, Romano aveva bisogno di un tecnico giovane ma con un passato di qualità e aveva pensato a me. Ci siamo parlati e abbiamo subito trovato l’accordo, durante la pandemia non potendo allenare ho trovato un altro lavoro e di conseguenza non ho più il tempo che avevo prima per allenare le giovanili. Quindi sarò solo l’allenatore della Prima squadra".

Romano è una società che cerca sì il risultato, ma soprattutto è una grande famiglia della palla a spicchi, con il gruppo al di sopra di tutto, un ambiente diciamo "soft". Come ti poni in questa realtà?

"La società è organizzata e preparata e ha voglia di fare bene. Il concetto di “gruppo di amici” negli anni è cambiato nel senso che i romanesi ci tengono a fare bene e la riprova è la delusione per non aver centrato i playoff nell’ultima stagione. Io sono nuovo in C Gold, ho tanto da imparare, ma porto con me il bagaglio di conoscenze tecniche e tattiche e la voglia di fare bene è enorme".

A Romano ritrovi Lele Rossi che hai allenato quando eri a Treviglio. Il "gladiatore" ha giocato e ha finito la stagione anche facendo l’allenatore. Che tipo di rapporto pensi di poter instaurare?

"Ho avuto la fortuna di apprezzare Lele due anni a Treviglio, giocatore di grande cuore e di indubbie capacità tecniche: per la C Gold secondo me è ancora un valore aggiunto. Spero di poterlo avere nelle mie rotazione. Con la società siamo d’accordo: nel roster verranno fatti dei piccoli cambiamenti, ringiovanire la squadra è un obiettivo anche se non è certo “vecchia”. Cercheremo di colmare le lacune che avevano nell’ultima stagione".

Quali obiettivi?

"E’ una stagione di transizione per via delle riforme dei campionati, e di conseguenza ancora più difficile. Romano si pone come obiettivo di disputare i playoff al meglio possibile, e allo stesso tempo formare un solido gruppo".

Ti sei chiesto cosa sarà per te tornare al PalaFacchetti però come capo allenatore?

"Non è certo una cosa normale, c’è - e ci sarà - una grande emozione. Ambivo nella mia carriera di allenare in C Gold, riuscire a farlo al PalaFacchetti di Treviglio che è stato per anni la “mia casa” è straordinario. Sarà davvero emozionante, una bellissima sensazione e motivo di orgoglio per me. Al PalaFacchetti ho imparato veramente come gira la pallacanestro, quella vera, e devo dire grazie agli allenatori di allora Adriano Vertemati e Mauro Zambelli che mi hanno insegnato tanto, tantissimo".

Che idea hai della C Gold?

"Soprattutto nel Bresciano il livello è molto molto alto. E’ un buon campionato, sicuramente interessante, e serve a far crescere molto i giocatori".

Mercato, il saluto all'ala Gabriele Villa

In attesa che entri nel vivo il mercato per la stagione 2022/2023 in casa Romano Basket, la società con un comunicato ha salutato l'ala Gabriele Villa che con il campionato appena concluso termina la sua avventura in biancoblu.

Romano Basket comunica che si separano le strade con Lele Villa dopo 4 stagioni. Giocatore che ha sempre dato tutto se stesso per la squadra dentro e fuori dal campo, senza mai tirarsi indietro, a denti stretti e mettendoci sempre un enorme cuore.
Romano lo saluta con un grandissimo in bocca al lupo per il proseguo!!!! Grazie di cuore Lele.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter