Sport
Basket A2

Treviglio, coach Alex Finelli in sala stampa: "Partita difficile che ci dà morale"

Il 55enne allenatore bolognese elogia la prova difensiva della sua squadra, nonostante alcune sbavature che in attacco sono costate troppe palle perse.

Treviglio, coach Alex Finelli in sala stampa: "Partita difficile che ci dà morale"
Sport Treviglio città, 28 Novembre 2022 ore 11:48

Grande soddisfazione in sala stampa per coach Alex Finelli, il suo Gruppo Mascio Treviglio ha centrato ieri, domenica 27 novembre, la quarta vittoria consecutiva con il 55enne tecnico bolognese in panchina. E in classifica i biancoblu sono terzi solitari a due punti di distanza dalle battistrada Cantù e Vanoli Cremona.

Coach Alex Finelli commenta il match contro l'Assigeco Piacenza

In sala stampa al termine del match del Gruppo Mascio Treviglio, vinto 70-64 al PalaFacchetti contro l'Ucc Assigeco Piacenza, coach Alex Finelli ha analizzato il quarto successo consecutivo della sua squadra.

C'è tanta soddisfazione da parte mia e dei miei giocatori per aver portato a casa questa partita che era tutt'altro che semplice per alcuni motivi. Piacenza arrivava arrabbiata per l'ultima sconfitta in casa, quindi ha giocato una partita gagliarda com'è nel Dna delle squadre di Salieri e di Sabatini per 40 minuti. Delle quattro squadre affrontate sino ad oggi mi sembra la più competitiva, quindi sapevamo che questa era una partita di spessore. Venivamo da una settimana difficile di allenamenti; un allenamento solo per Marco Giuri, al completo, un allenamento vero fatto solo venerdì per giocare questa partita. E' stato buttato in campo ancora indietro di condizioni anche se sta bene. C'erano una serie di elementi che potevano rendere più difficile lo svolgimento della gara.

La chiave tattica della vittoria, secondo l'allenatore di Treviglio è stata la difesa anche se qualche sbavatura c'è stata.

Alla fine noi ci siamo aggrappati molto alla qualità della difesa, nonostante un bruttissimo ultimo minuto di secondo quarto dove ci siamo fatti mangiare otto punti e anche tanti errori. Perché ok che loro hanno segnato 64 punti, che abbiamo lasciato otto punti in un amen, ma al tempo stesso ci aggrappiamo alla difesa che, però, è migliorabile perché sono state fatte tante disattenzioni che hanno portato a rimbalzi in attacco loro e a penetrazioni al ferro degli esterni. Sicuramente alcune cose difensive rivedibili, ma noi partiamo da lì e quello diventerà un nostro punto di forza di sicuro. E l'abbiamo vinta con la difesa.

L'attacco biancoblu: "Troppe palle perse"

Coach Alex Finelli in sala stampa ha analizzato anche la prestazione offensiva della sua squadra con realismo.

In attacco sicuramente non è stata una bella partita, abbiamo cercato di giocare in velocità ma in alcuni momenti siamo stati precipitosi e direi che se c'è una cosa che non mi è piaciuta sono le troppe palle perse, alcune anche semplici in contropiede nel cercare magari una giocata spettacolare, ma che poi alla fine ha prodotto una palla persa. Quindi apprezzo lo sforzo di correre, ma ancora tante cose sono da migliorare a livello offensivo. In particolare abbiamo un po' pagato la loro scelta di fare cambi difensivi sui giochi a due, sui pick-and-roll fatti con il nostro centro che hanno un po' rallentato la nostra circolazione di palla. In questo aspetto dobbiamo migliorare, in particolare nell'essere pericolosi dentro l'area con i nostri centri e a rimbalzo d'attacco. Però è logico che questa partita dà fiducia, dà molta fiducia nelle nostre possibilità, ci permette di lavorare con grande determinazione e serenità nel preparare la partita di domenica ad Agrigento.

La doppia-doppia del croato Sandi Marcius

Marini top scorer per Treviglio (18 punti), che in attacco ha avuto punti anche da Lombardi (14) e dal playmaker Maspero (12), mentre il centro croato Aleksandar "Sandi" Marcius ha firmato un'altra doppia-doppia con 10 punti e 14 rimbalzi nei 25' sul parquet. Una prestazione così commentata da coach Finelli.

Soprattutto per i 14 rimbalzi, i 6 rimbalzi d'attacco. Lui è questo giocatore, deve essere coinvolto emotivamente, dev'essere allenato perché è un giocatore che ha dei margini di crescita dentro questo sistema perché è nuovo di questa squadra (Marcius è arrivato alla vigilia della prima di campionato, ndr). E quindi credo che prestazioni di questo tipo per lui possano diventare una costante. Noi sotto canestro con Marcius e Bruttini siamo coperti perché abbiamo due giocatori di grande cuore, di grande sostanza difensiva, ripeto ancora però sono possibili dei margini di miglioramento. Credo che Sandi possa essere più concreto in attacco, possa sfruttare meglio i cambi (difensivi, ndr) per ricevere palloni e subire fallo o tirare da sotto perché è un lungo con buone percentuali ai tiri liberi.

Seguici sui nostri canali