Sport
Sport - Ciclismo

Sc Romanese, la filosofia è dare sempre il massimo

Domenica a Cesano Maderno in Brianza scatta la stagione 2022 della categoria Juniores.

Sc Romanese, la filosofia è dare sempre il massimo
Sport Romanese, 19 Marzo 2022 ore 15:00

Saranno 10 gli juniores della Sc Romanese Cycling Team presenti all’overture stagionale in Brianza a Cesano Maderno. Non sarà al via il solo Alessandro Dante bloccato da un problemino. Redi Halilaj, l’ex professionista ed ex diesse della Ciclistica Trevigliese, da questa stagione a Romano, ci fa il quadro della situazione.

Sc Romanese, 10 juniores in strada

"Arriviamo al pronti via benino, abbiamo lavorato bene nella preparazione invernale. I ragazzi hanno avuto qualche problema con il Covid a scuola e quindi hanno dovuto a volte rallentare gli allenamenti, ma questo penso che più o meno sia stato un problema per tutti i team".

Cosa ti aspetti dalla prima corsa che è sempre un vero e proprio rebus?

"Naturalmente nessuno sa cosa aspettarsi dalla gara di esordio non avendo paragoni per stabilire il livello degli avversari. Su strada in allenamento mi sono sembrati in buona condizione, quello che dovevamo fare lo abbiamo fatto e penso bene. Capiremo qualcosa in più a fine corsa".

Gara tutta piatta quella di domenica in Brianza, cosa farà la Sc Romanese Cycling Team?

"Matteo Carissimi e Luca Rinaldi stanno crescendo bene, diciamo che sono i due corridori che potranno dire la loro in casa di volata del gruppo. Ma gli altri ragazzi proveranno a giocare le loro carte prima della volata...".

Cosa dice, quali corde tocca, il direttore sportivo alla squadra alla vigilia della gara di esordio stagionale?

"La mia filosofia è sempre la stessa: bisogna dare tutto quello che si ha dentro e fare le cose come vanno fatte. Poi quello che viene viene e non hai niente da recriminare. Domenica è la prima gara e saranno in 200 al via, impossibile immaginare cosa può accadere. Io penso che ogni domenica sia diversa, c’è chi va forte e che va meno forte, dipende dalle giornate. Questo è per tutta la stagione".

Ti senti di fare lo stesso un pronostico?

"Secondo me è abbastanza scontato fare il nome di Dario Igor Belletta. E’ al primo anno in categoria ma è sicuramente il corridore che lascerà il segno. Così come tutto lo squadrone del Pool Cantù 1999-GB Junior Team".

Prima gli anni da corridore era una certa emozione. Poi sei salito in ammiraglia e hai provato altre emozioni. Ma ogni anno si rinnovano o ci si fa l’abitudine?

"E’ sempre uguale ogni stagione che passa. Il ciclismo è la mia passione, ho sempre sentito una grande emozione anno dopo anno. Non passa e non passerà mai...!".

Alla «1ª Coppa Primavera-Trofeo Saiv» a Cesano Maderno, 94,200 km su un circuito di 15,7 km da percorrere 6 volte, questo l’organico che schiererà la Sc Romanese Cycling Team: Elia Cassani, Samuele Alari, Andrea Bonissi, Christian Bramati Alessandro Bramati, Matteo Carissimi, Daniele Pedrini, Luca Rinaldi, Samuele Archetti, Daniele Sassella.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter