Sport
Arzago

Mondiale di nuoto paralimpico, sei medaglie per Giulia Terzi

Ai cinque argenti la 26enne campionessa paralimpica ha aggiunto l'oro con la staffetta mista 4x100 metri azzurra. La Nazionale italiana è campione del mondo davanti agli Stati Uniti.

Mondiale di nuoto paralimpico, sei medaglie per Giulia Terzi
Sport Gera d'Adda, 19 Giugno 2022 ore 10:12

L'Italia del nuoto paralimpico si conferma sul tetto del mondo con la Nazionale azzurra che a Funchal, sull'isola di Madeira ha chiuso ieri i Campionati mondiali in testa al medagliere con 27 ori, 24 argenti e 13 bronzi. Giulia Terzi, la 26enne nuotatrice di Arzago, ha conquistato un bottino di sei medaglie: 5 argenti e un oro.

Nuoto paralimpico, Italia mondiale con Giulia Terzi

La Nazionale di nuoto paralimpico si conferma ai vertici mondiali, vincendo a Funchal sull'isola di Madeira in Portogallo il Campionato del Mondo 2022. Nel medagliere complessivo la rappresentativa azzurra guidata dal Direttore tecnico Riccardo Vernole, ha chiuso al primo posto con 27 medaglie d'oro, 24 d'argento e 13 di bronzo conquistate nella settimana di gare al Complexo de Penteada. Tra i protagonisti in azzurro di questo risultato storico c'è anche Giulia Terzi, la 26enne di Arzago tesserata per la Polha Varese che si porta a casa ben sei medaglie, quattro argenti individuali, un argento con la staffetta mista 4x50 metri misti e l'oro nella staffetta mista 4x100 metri stile libero.

A podio in tutte le gare disputate

Giulia Terzi aveva aperto la sua seconda esperienza al Mondiale con due medaglie d'argento, la prima conquistata nei 400 metri stile libero S7 a cui è seguita quella con la staffetta mista 4x50 metri misti. Tra giovedì e sabato sono arrivati per le altri tre argenti nelle finali dei 50 metri farfalla, nei 50 metri stile libero e nei 100 metri stile libero, disputati ieri. La vice campionessa del mondo era entrata in finale con il quarto tempo in batteria (1’15”16), e in vasca ha acceso il motore sino a strappare l'ottimo crono di 1’11”48. Prima di lei solo l’americana McKenzie Coan (1’09”65), il bronzo va invece al collo della tedesca Grahl (1’13”69).
A chiudere il cerchio perfetto di una giornata perfetta, anzi di un mondiale perfetto per i colori azzurri è stata la staffetta 4x100 metri stile libero. Un trionfo a tutto tondo per il quartetto azzurro composto da Giulia Terzi, Xenia Palazzo, Simone Barlaam e Stefano Raimondi che oltre a portare l’ultimo oro della kermesse iridata all'Italia, hanno siglato anche il nuovo record europeo (4’02”53).

Nella foto di copertina la Nazionale italiana di nuoto paralimpico (foto tratta dal profilo Facebook della FINP).

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter