Clamoroso

La Curva Nord dell'Atalanta, cuore ultras del tifo nerazzurro da 23 anni, si è sciolta

Il gruppo ultras che per oltre due decenni ha trascinato il popolo atalantino allo stadio non esiste più. È la fine di un'epoca

La Curva Nord dell'Atalanta, cuore ultras del tifo nerazzurro da 23 anni, si è sciolta
Sport Treviglio città, 08 Settembre 2021 ore 17:40

La notizia è rimbalzata in mattinata di messaggio in messaggio e dopo un paio di verifiche è tutto confermato: la Curva Nord dell'Atalanta, cuore pulsante del tifo atalantino guidata da 23 anni dai Supporters, si è sciolta. Come riportano i colleghi di Prima Bergamo la decisione è maturata nelle scorse ore e inevitabilmente sta facendo parlare tutto l'ambiente del tifo nerazzurro (ma non solo). Al momento non si conoscono le motivazioni che hanno portato a questa scelta e nei prossimi giorni sicuramente ci saranno dei chiarimenti, ma per il momento la notizia è che il gruppo storico che coordinava la Pisani ha detto basta. La decisione è stata presa all'unanimità durante l'ultimo direttivo.

Con questa decisione non ci saranno più gli striscioni che per oltre vent'anni abbiamo visto in tutti gli stadi d'Italia e d'Europa, niente più Festa della Dea come tutti la ricordiamo e anche le riunioni al Covo di Campagnola, ritrovo abituale degli ultras, sono finite. Si tratta di una decisione storica, che sicuramente non è stata presa a cuor leggero e che ha delle motivazioni che presto si conosceranno. Coreografie, trasferte organizzate e tutto quello che ruotava intorno al mondo atalantino così come lo conoscevamo, però, è arrivato alla fine.

La fine di un'epoca

I tifosi, sui social e non solo, si interrogano sul perché di quanto successo e su cosa accadrà ora. Difficile prevederlo, perché nasca qualcosa di nuovo servirà del tempo e non resta che aspettare e vedere. Nell'ultimo anno e mezzo di pandemia la situazione non è certo stata semplice con gli stadi chiusi, alla vigilia della stagione iniziata a Torino lo scorso 21 ottobre la posizione della Curva Pisani circa il ritorno allo stadio era ancora quella del "o tutti o nessuno" e ora, questa decisione di sciogliersi, mette la parola fine a una storia lunga e certamente emozionante.