Menu
Cerca

Finisce il sogno di una fantastica Remer

La De' Longhi ritrova Logan e fa sua gara-4 volando in finale. Treviglio esce tra gli applausi e con le lacrime agli occhi

Finisce il sogno di una fantastica Remer
Sport Treviglio città, 02 Giugno 2019 ore 20:09

Vince Treviso e va in finale, una fantastica Remer chiude tra gli applausi del suo pubblico una stagione che entra negli annali della pallacanestro trevigliese. Finisce 78-57 per la De’ Longhi ma Treviglio esce a testa alta.

Grazie fantastica Remer Treviglio

Gli aggettivi si sono sprecati per descrivere la stupenda stagione della Remer Treviglio, guidata in panchina da coach Adriano Vertemati e sul campo da capitan Andrea Pecchia. L’ultimo atto della stagione è al PalaFacchetti, davanti al pubblico amico (2747 spettatori) ed è una gara-4 di semifinale alla quale, forse, i biancoblu arrivano con le batterie esaurite. La De’ Longhi avanti 2-1 recupera invece l’americano Logan e allunga ancora di più le sue rotazioni. Sono gli ospiti, infatti, a comandare nel punteggio già dalla prima frazione (22-28); la Remer non molla e al riposo sul -8 il match sembra ancora aperto. Senza Borra, in panchina per tutto il secondo tempo e l’americano Chris Roberts (in serata nera 0/8 al tiro e 0 punti) Treviglio non riesce a reggere l’impatto e Treviso arriva ad allungare sino al +20. L’ultimo quarto è una passerella per far prendere applausi a Pecchia (destinato in A), Roberts, Nikolic (lacrime agli occhi per entrambi), Caroti, Palumbo, D’Almeida e Reati, con in campo Tiberti, Siciliano, Belotti e Abati Tourè. Finisce 78-57 e con merito Treviso va in finale dove incontrerà la Benfapp Capo d’Orlando. Finisce la stagione di Treviglio ma i “titoli di coda” sono emozionanti com’è stata tutta la stagione.

Il tabellino di gara-4

Remer Treviglio – De’ Longhi Treviso 57-78 (22-28, 12-14, 8-17, 15-19)
Treviglio: Andrea Pecchia 16 (3/8, 1/1), Lorenzo Caroti 12 (3/4, 2/4), Mitja Nikolic 10 (0/1, 1/4), Mattia Palumbo 7 (2/2, 1/4), Davide Reati 6 (1/2, 1/5), Ursulo D’almeida 4 (1/5, 0/0), Jacopo Borra 2 (1/1), Chris Roberts (0/5, 0/3), Edoardo Tiberti (0/1), Soma Abati Toure, Matteo Belotti, Andrea Siciliano. All. Adriano Vertemati
Tiri liberi: 17/19 – Rimbalzi: 30 (5+25,  Pecchia 6) – Assist: 7 (Pecchia, Reati 2)
Treviso: Dominez Burnett 12 (1/4, 3/4), Amedeo Tessitori 11 (3/7, 1/2), Lorenzo Uglietti 11 (2/5, 2/3), David Logan 11 (1/2, 3/6), Matteo Chillo 10 (5/7, 0/2), Matteo Imbro 8 (2/8, 1/5), Davide Alviti 8 (4/4, 0/1), Luca Severini 5 (1/1, 1/1), Simone Barbante 2 (1/1), Enrico Vanin, Manuel Saladini, Alvise Sarto. All. Max Menetti.
Tiri liberi: 5/7 – Rimbalzi: 31 (5+26, Chillo 8) – Assist: 16 (Burnett 6).

Vertemati

In sala stampa, come sempre, coach Adriano Vertemati è realista. “Complimenti sinceri a Treviso che ha meritato di passare il turno. Noi oggi non siamo forse stati in grado di proporre, Treviso ci ha messo in difficoltà e la partita ci è scappata di mano e non siamo riusciti a rientrare”. Il tecnico milanese fa anche un bilancio della stagione della sua squadra. “Un grande grazie a quello che questa squadra ha fatto – prosegue Vertemati – I ragazzi si sono meritati di essere arrivati in semifinale. E’ stata la miglior squadra che io abbia allenato perché ciascun giocatore si è fatto spingere ogni giorno oltre ogni limite e i risultati si sono visti sul campo”.

TORNA ALLA HOME

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli