Atletica leggera

Emmanuel Musumary domina il getto del peso e concede il bis tricolore

Agli Italiani Allievi di Ancona ancora protagonista il sedicenne cremasco di estrazione Estrada.

Emmanuel Musumary domina il getto del peso e concede il bis tricolore
Cremasco, 22 Febbraio 2020 ore 11:16

(foto di Fidal Muti/Fidal)

Dopo il bellissimo tricolore vinto dal trevigliese Federico Manini, anche nel secondo weekend dei Campionati Italiani di atletica leggera di Ancona l’atletica leggera di “casa nostra” ha timbrato il cartellino con il trionfo. Questa volta è toccato ad Emmanuel Musumary, sedicenne di Crema di origine congolese, anche lui forgiato dalla “premiata ditta” Atletica Estrada, capace di conquistare il titolo italiano nel getto del peso categoria Allievi.

Nuovo record per Emmanuel Musumary

Musumary, in forza alla Atletica Cento Torri Pavia, non ha sentito il peso del pronostico: era il favorito numero uno e ha bissato il tricolore vinto nel 2019 tra gli Allievi (e aveva trionfato ai tricolori all’aperto anche nel 2018 tra i Cadetti). Ma non solo il cremasco lanciando il peso alla misura di 17,86 metri ha stabilito il suo nuovo personale indoor non lontano dal 18,13 mt, record all’aperto stabilito lo scorso settembre a Bergamo.

Argento per l’Estrada

La gran gara di Musumary sta anche nella bellissima serie di lanci che hanno toccato altre ottime misure (17.81, 17.37, 17.32, 17.18) tutte nettamente al di sopra degli avversari (la medaglia d’argento Luca Miglio si è fermato a 15,65 metri). Per l’Estrada ad Ancona anche una medaglia d’argento conquistata dalla staffetta 4×1 giro Allieve con Chiara De Capitani e Beatrice Rinaldi della Bracco Atletica Milano (in gara con Serena Mariani e Sveva Temporini).

La gara di Makissa Bamba

Agli Italiani di Ancona era presente anche Makissia Bamba dell’Atletica Pianura Bergamasca di Martinengo, che ottiene ottimi risultati. Nei 200 mt categoria Allieve nelle qualificazioni vince la sua batteria e fa segnare il quinto tempo (25”51). Approda alla finale B che si aggiudica col crono di 25”64. Makissia gareggia anche nei 60 piani dove vince la batteria di qualificazione in 7”81, in semifinale è seconda col crono di 7”80 e nella finale si piazza all’ottavo posto col tempo di 7”90.

Regionali e provinciali

Nel fine settimana non c’è stato solo l’appuntamento tricolore, ma anche diverse riunioni a carattere regionale e provinciale. A Bergamo è ancora l’Atletica Pianura Bergamasca a mettersi in bella mostra con diversi protagonisti. Rebecca Provenzi nei 60 ostacoli Donne vince la batteria scendendo sotto il muro dei 9 secondi con l’ottimo crono di 8”99. Nella finale sale sul terzo gradino del podio col tempo di 9”10, ma è la prima delle Junior alle spalle di Marta Comini (Promesse) e Rossella Comini (Senior). Nei 60 piani sfiora il podio Mame Moussa Ndiaye che è quarto in 6”93 (suo nuovo primato personale) nella finale 1, il compagno di squadra Thomas Romano vince la finale 2 in 7”05.

TORNA ALLA HOME

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia