Sport
Sport - Ciclismo

Domenica 200 juniores si sfidano per il "4° Trofeo Città di Treviglio-Trofeo Elettromeccanica CDC"

Prima gara stagionale organizzata dalla Ciclistica Trevigliese che non nasconde le ambizioni con i suoi gialloazzurri.

Domenica 200 juniores si sfidano per il "4° Trofeo Città di Treviglio-Trofeo Elettromeccanica CDC"
Sport Treviglio città, 30 Aprile 2021 ore 11:49

(nella foto da sinistra Alessandro Romele della Ciclistica Trevigliese, uno dei favoriti per la corsa di Treviglio)

La Ciclistica Trevigliese dà il primo input organizzativo alla Bassa portando in strada domenica 2 maggio il "4° Trofeo città di Treviglio-Trofeo Elettromeccanica CDC", gara riservata alla categoria Juniores. Ritrovo dalle 7.30 al Consorzio Proguida in via Redipuglia a Treviglio, partenza alle 9.30 e dopo 89,600 km arrivo previsto intorno alle 12.

Domenica 200 juniores in gara a Treviglio

Al momento sono oltre 160 gli iscritti e si potrà arrivare al massimo ai 200 partenti. Del tracciato piatto, adatto ai velocisti, ne parla il presidente della Ciclistica Marco Taddeo.

"Il percorso è nuovo. Si parte da via Redipuglia, poi si fa il sottopassaggio, viale Piave, viale Monte Grappa, il cavalcavia ex Baslini, si gira a destra per la zona industriale PIP1, via Rossaro, rotonda per imboccare via Aldo Moro, via Calvenzano, zona industriale PIP2, via Masano, via Roggia Vignola e ritorno a via Redipuglia dove c’è l’arrivo. E’ un anello di 6400 metri da ripetere 14 volte, è pianeggiante ma ci sono curve e controcurve che si prestano ad azioni individuali soprattutto nel finale".

Siete già esperti nell’organizzare corse con la pandemia. Ci sono sempre difficoltà?

"Tutto sommato il protocollo da seguire una volta impostato è abbastanza semplice, diciamo che avendo già provato abbiamo tutte le pedine al proprio posto. La novità della green zone (dove è possibile gettare le borracce, ndr) è al PIP1, l’altra novità è che non ci sarà il seguito delle ammiraglie: 17/18 auto in un circuito così sono troppe. Sarà consentito il cambio ruota da terra e quindi i team si organizzeranno con i propri addetti disseminati lungo il percorso. Sulla strada ci saranno una cinquantina di volontari, aiutati dai Carabinieri in congedo e dalla Polizia locale di Treviglio".

Che aspettative avete sul piano agonistico?

"Speriamo di fare bella figura nella corsa di casa, abbiamo Romele che sta dimostrando con i piazzamenti di essere all’altezza dei migliori e sta crescendo di condizione. Così come sono in crescita Milesi e Bramati. Ci proveremo".