Sport
Basket - Serie D

Campionati bloccati causa situazione pandemica fino al 31 gennaio

Michele Zanetti, coach della Scuola Basket Treviglio capolista solitaria del girone A2, tira il primo bilancio.

Campionati bloccati causa situazione pandemica fino al 31 gennaio
Sport Treviglio città, 21 Gennaio 2022 ore 12:17

Prosegue lo stop dei campionati di basket, dalla Serie D a scendere, causa pandemia.

Stop ai campionati

Con un comunicato la FIP Lombardia ha spostato a lunedì 31 gennaio la ripresa dei tornei. La ripresa è quindi slittata ancora e in casa Scuola Basket Treviglio, solitaria prima in classifica del girone A2 della Serie D, il punto della situazione lo fa coach Michele Zanetti (nella foto) che ha guidato i suoi ragazzi a ottenere 10 vittorie e 2 sole sconfitte.

"Il bilancio è positivo anche se resta il rammarico per i due ko che erano sicuramente evitabili. Con Iseo non abbiamo avuto il giusto approccio, con Gussago è stata una doccia gelata e abbiamo preso una brutta imbarcata. In quella partita ci siamo guardati un po’ troppo allo specchio e si sa che quando ti rimiri finisce male! Per il resto del campionato la squadra è stata brava, mi è piaciuto il crescendo che ha avuto. Se penso alla prima partita con Caravaggio e a quello che abbiamo fatto in seguito, posso sicuramente dire che siamo cresciuti e siamo arrivati a giocare un buon basket. La qualità è salita e la cosa bella è che tutto il roster ha messo la propria impronta nelle partite, e questo è molto molto positivo".

Poi Zanetti entra nei particolari.

"Abbiamo perso in partenza per infortunio Roberto Erba che ci doveva dare fiato sugli esterni, abbiamo però ritrovato il fratello Federico che ci ha dato buone rotazioni. il mattatore è stato Tommaso Pirrone, il play, con lui in campo la squadra gira in maniera eccelsa, Mazzanti ci dà qualità in difesa: con lui possiamo fare qualsiasi scelta che viene ripagata".

A proposito di qualità del gioco e dei giocatori, a che livello è la Serie D?

"Rispetto all’altro girone bergamasco il nostro è di un livello più alto. Abbiamo squadre come Sarezzo, Iseo, Caravaggio che sono molto competitive, ma anche quelle che in classifica sono più indietro possono metterti in difficoltà: la vittoria di Gussago con noi ne è la riprova. Ad esempio Offanengo, che è penultima, si è rinforzato bene prendendo due giocatori di categoria superiore. Guardando la classifica abbiamo 20 punti e due partite da giocare, se le vinciamo entrambe saliamo a quota 24 ed è un gran bel tesoretto da portare nella seconda fase quando andremo ad incrociare il girone bresciano dove ci sono almeno quattro squadre che potrebbero salire in Serie C Silver a mani basse: mi riferisco a Gussola, Prevalle, Chiari e River Orzinuovi. Se non cambia il regolamento si giocherà ancora andata e ritorno e ai playoff andranno le prime quattro classificate".

Quindi la SBT Treviglio ha messo nel mirino la promozione in C Silver?

"Noi cerchiamo di non fare figure barbine... - conclude coach Zanetti -, è chiaro che l’ideale è sempre vincere. Noi andiamo avanti per cercare di fare sempre il meglio senza avere in testa la C Silver. Se arriveremo ai playoff poi vedremo quello che succederà".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter