Menu
Cerca
Sport - Calcio

Calcio Eccellenza, la Trevigliese ha scelto per il no

Lo storico sodalizio cittadino si schiera per il "No" alla ripresa del campionato. Troppe le incognite legate alla pandemia da Covid-19.

Calcio Eccellenza, la Trevigliese ha scelto per il no
Sport Treviglio città, 08 Marzo 2021 ore 12:35

Calcio Eccellenza, il Circolo Sportivo Trevigliese ha optato per il "no". I biancocelesti non prenderanno parte alla fase finale del campionato 2020/2021. Lo ha reso noto la società con un comunicato sul suo sito internet.

Calcio Eccellenza, la Trevigliese non giocherà

La storica società di calcio di Treviglio, il Cs Trevigliese ha risposto "no" al questionario del Comitato regionale della Figc sulla ripartenza del campionato di calcio di Eccellenza. Questo il comunicato pubblicato sul sito della Trevigliese.

La Trevigliese non parteciperà alla fase finale del campionato di Eccellenza. Dopo aver valutato con la massima attenzione tutti i possibili scenari, nonché le necessità richieste da un'eventuale adesione alla proposta del Comitato Regionale Lombardia, insieme alle problematiche e ai rischi cui si andrebbe necessariamente incontro, la società biancocelesti ha deciso di rispondere 'NO' al questionario ricevuto dagli uffici di via Pitteri.

Molteni: "Impossibile un ritorno in campo in sicurezza"

"A noi della Trevigliese - spiega il direttore generale Francesco Molteni - l'idea di riattaccare la spina dopo tanti mesi di inattività e in una situazione generale ogni giorno più difficile è sempre parsa sostanzialmente incomprensibile: in questa fase acuta della pandemia è piuttosto complicato anche solo pensare di rimettere in moto il campionato, al di là di qualsiasi ragionamento su tempistiche e format".
"La nostra società - prosegue Molteni - considera assolutamente primaria la salute di tutti i suoi tesserati e collaboratori. Riteniamo impossibile organizzare un ritorno in campo in serenità: mancano le condizioni per potersi dedicare con la giusta attenzione agli allenamenti, alle partite, ma anche a organizzare tutti i protocolli sanitari che si renderebbero necessari per poter partecipare alla competizione. Per giunta con la possibilità di esporre tanti tesserati ai rischi della quarantena, come peraltro insegnano i recenti casi accaduti in Bergamasca nel campionato di serie D".

Bergamasche in ordine sparso

La Trevigliese non è l'unica società bergamasca che ha deciso di rimanere ai box della ripresa dei campionati regionali di Eccellenza voluti dalla Figc: nel girone B non ripartiranno neppure AlbinoGandino, Cisanese e Vertovese, così come la Forza e Costanza di Martinengo nel girone C. Hanno invece deciso di partecipare alla fase finale la Lemine Almenno, il Mapello, la Valcalepio e lo Zingonia Verdellino, che ora dovrebbero venire inserite in un format tutto nuovo e tutto da stabilire.

TORNA ALLA HOME