Sport

Brilla al “Settecolli” la stella di Giulia Terzi

L’atleta tesserata per la «Polha Varese» ma residente ad Arzago, infatti, ha infranto ben quattro record, nella sua categoria di disabilità S7.

Brilla al “Settecolli” la stella di Giulia Terzi
Gera d'Adda, 24 Agosto 2020 ore 09:45

Brilla la stella di Giulia Terzi nel panorama, nazionale e internazionale, del nuoto paralimpico. La 25enne melzese, ma residente con la famiglia ad Arzago, è stata un’assoluta protagonista al trofeo «Settecolli» di Roma dove si sono disputati i Campionati italiani individuali di nuoto Fin, che hanno visto anche la partecipazione degli atleti azzurri della Finp (Federazione italiana nuoto paralimpico).

Settecolli, Giulia Terzi c’è

Giulia in vasca ha dimostrato che, nonostante il lockdown causato dalla pandemia di Covid-19, che l’ha tenuta lontano dalla vasca per alcuni mesi, e la sua disabilità – una malformazione congenita che dall’età di 12 anni le dà problemi alle articolazioni della parte sinistra del corpo, costringendola in carrozzella – la scelta di nuotare, fatta due anni e mezzo fa, è stata vincente.

L’atleta tesserata per la «Polha Varese», infatti, ha infranto ben quattro record, nella sua categoria di disabilità S7: due i record italiani ritoccati, nei 50 metri stile libero con il crono di 35”22 e nei 50 metri Delfino nuotati in 35”51, ma la ciliegina sulla torta è arrivata con i due record europei sui 100 metri stile libero, chiusi in 1’11”34, e sui 200 stile libero, nuotati in 2’35”08. La Terzi ha così «detronizzato» la tedesca Kirsten Bruhn che deteneva i due record (1’11”61 sui 100 e 2’35”80 sui 200) da 15 anni.

Gli applausi dei campioni del nuoto

«Partecipare al Settecolli è stata una bellissima esperienza – ha raccontato Giulia, che terminate le fatiche in vasca si è presa una decina di giorni di vacanza prima di rituffarsi in vasca e sui libri – per noi atleti della Finp che abbiamo potuto gareggiare insieme ai migliori nuotatori della Fin. Sugli spalti non c’era il pubblico, è vero, ma quando venivano scanditi i nostri nomi e i nostri record ad applaudirci c’erano proprio i campioni del nuoto italiano ed è stato bellissimo».

Lo studio e l’allenamento per i prossimi traguardi

Giulia Terzi, infatti, frequenta il corso di Laurea in Giurisprudenza all’Università di Milano e anche in questo caso ha ben chiaro l’obiettivo. «Mi mancano sei esami per ottenere la laurea Magistrale – ha spiegato – Spero di riuscire a chiudere il percorso accademico entro giugno del prossimo anno. Conciliare l’attività sportiva con lo studio non è affatto facile, devi mettere in conto qualche rinuncia, ma la cosa non mi pesa affatto».

Il prossimo anno ad attenderla ci sono i Campionati europei in aprile e in estate le Olimpiadi di Tokyo. Due obiettivi che la campionessa Giulia ha già messo nel mirino.

Leggi l’intervista completa sul Giornale di Treviglio in edicola

TORNA ALLA HOME

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia