Sport
Sport - Calcio C1

Andrea Ghezzi dopo la stagione a Sesto riparte dal Renate con l’obiettivo di tornare in quella Serie A

Il giocatore di Pagazzano ha concluso il contratto con il Brescia ed è approdato all’ambiziosa squadra brianzola.

Andrea Ghezzi dopo la stagione a Sesto riparte dal Renate con l’obiettivo di tornare in quella Serie A
Sport Gera d'Adda, 30 Luglio 2022 ore 11:15

Alle spalle ha appena messo una tribolata prima stagione tra "i grandi" con la maglia della Pro Sesto in Serie C1 (31 presenze e 4 reti). Adesso è già in ritiro con la nuova squadra, i brianzoli del Renate sempre in C1, ed è pronto e carico per affrontare una nuova stagione.

Ghezzi riparte dal Renate

Il protagonista di tutto questo è Andrea Ghezzi di Pagazzano, nato a Treviglio il 3 febbraio del 2001, centrocampista o esterno che dir si voglia, giocatore che usa indifferentemente il piede destro e sinistro, con un breve ma intenso passato nel Brescia in Serie A (5 presenze nel 2019/20) e in B (7 presenze nel 2020/21). Chiusa la parentesi sestese si è aperta una nuova con il Renate, formazione che in C1 è da diversi anni protagonista: con le pantere neorazzurre Ghezzi ha firmato un contratto triennale.

La tua prima esperienza importante quella di Sesto, con salvezza ottenuta sudando ai playout. Come la giudichi?

"Sicuramente formativa. Mi ha aiutato a capire tante cose che magari non conoscevo di me. Mi sono calato in un altro ambiente, in un’altra categoria ed è stato indubbiamente positivo. Nelle ultime due stagioni a Brescia ero un ragazzino aggregato alla Prima squadra, a Sesto ero uno dei giocatori importanti ed era la prima volta che mi trovavo in quel ruolo. A livello personale è stato un campionato piuttosto buono e positivo, mi hanno utilizzato come esterno destro ma anche adattato in altre posizioni del campo".

Dal profumo della A e della B alla C1, che livello hai trovato?

"E’ una categoria diversa dove vengono richieste cose diverse e ci sono tipologie di giocatori diversi. Il livello tecnico è un po’ inferiore, si va a compensare con la preparazione fisica, con l’impronta caratteriale di una squadra, il carisma, l’aggressività. Una serie di atteggiamenti che vanno a compensare un tasso tecnico meno elevato della Serie A e B".

Come l’hai presa la fine dell’avventura col Brescia che ti fa fatto solo sentire il profumo del calcio maggiore?

"Io ritengo di aver fatto un anno positivo a Sesto, ho fatto gol e assist e ho dato il mio contributo. Non sapevo cosa avesse in mente il Brescia ma ero tranquillo sapendo che avevo buone occasioni sul mercato. Brescia ha fatto altre scelte e non ho avuto problemi a trovare una nuova squadra. Sesto voleva confermarmi, mi sono trovato benissimo con società e compagni, ma ho fatto un’altra scelta. Avevo bisogno di fare uno step successivo, ovvero giocare per una squadra che ha ambizioni di stare ad alto livello, di una squadra che puntasse su di me. E’ arrivata l’offerta del Renate che è un’ottima piazza, in Lega Pro da diverse stagioni raggiunge sempre i playoff. Ragionando su tutto questo si può ben capire che ci sono tutti i presupposti per fare bene e quindi ho fatto la scelta di legarmi a loro".

Renate è in ritiro e ha già disputato le prime amichevoli. Come ti stai trovando?

"Bene, c’è buona sintonia con tutti i giocatori giovani e più anziani. Sono arrivato a Renate praticamente senza conoscere nessuno, ma il gruppo è stato subito compatto e coeso e questo è importante. Mi sono trasferito ovviamente in Brianza, a Pagazzano ci vado quando posso a trovare la famiglia e rivedere gli amici".

Ma la discesa in C1 ha spezzato i sogni di Andrea? Quali sono adesso le tue ambizioni?

"Non è cambiato nulla. Nella mia testa è ben chiaro quello che voglio. A 19 anni mi sono trovato in un contesto tanto più grande di me, ora voglio fare piccoli passi per tornare lì dove ho solo potuto fare un assaggio. Il sogno è sempre quello di arrivare alla massima serie, ma lo voglio fare con un bagaglio formativo alle spalle, voglio arrivarci più pronto. Ci vorranno uno, due o tre anni, ma lo voglio accarezzare quel sogno".

Idee chiare e tanta volontà. Andrea Ghezzi a Renate destinazione... Paradiso!

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter