Scuola
Sicurezza

Mastri Caravaggini, ottenuti i fondi per rendere la scuola antisismica

Dal Pnrr 1,2 milioni di euro per finanziare l'intervento.

Mastri Caravaggini, ottenuti i fondi per rendere la scuola antisismica
Scuola Gera d'Adda, 03 Gennaio 2023 ore 15:07

La scuola media Mastri Caravaggini presto a prova di terremoto, ottenuto un contributo di 1,2 milioni. Caravaggio è tra i 40 Comuni lombardi e i 7 bergamaschi che grazie al Pnrr potrà intervenire per mettere in sicurezza l'edificio.

Nuovo intervento sulla scuola Mastri Caravaggini

Dopo la rimozione della copertura in eternit e il rifacimento del tetto l'Amministrazione comunale potrà quindi effettuare interventi strutturali sull'edificio per migliorarne la sicurezza antisismica.

"È un altro ottimo risultato reso possibile dallo studio dei bandi e dal lavoro con gli uffici per presentare entro i termini la richiesta di contributo - ha affermato soddisfatto il sindaco Claudio Bolandrini - Le risorse a fondo perduto che Caravaggio ha ottenuto nel 2022 ammontano a 8.938.000 euro. I lavori dovranno essere appaltati nel corso di quest’anno e dovrebbero concludersi entro il 2026, come prevede il Pnrr".

Potenziamento della resistenza

"Dopo la rimozione dell'eternit e il rifacimento del tetto avevamo effettuato un intervento campione su due aule e poi avevamo deciso il rafforzamento, quindi in seguito abbiamo presentato richiesta al Pnrr per fare lo stesso su tutte le altre - ha continuato il sindaco - richiesta che è stata accolta e finanziata. Tecnicamente in caso di scosse a essere sollecitati sono prima i nodi dell'edificio e i rafforzamenti previsti consentiranno alle persone di avere più tempo per evacuare l'immobile".

"Edificio rimesso a nuovo"

"Finora sono stati complessivamente investiti 672.000 euro per la sicurezza della scuola media - ha concluso orgoglioso il sindaco -  Gli interventi sono iniziati nel 2018 con la rimozione della copertura in eternit e il rifacimento del tetto (345.000 euro), la messa a norma dell’impianto elettrico (52.000 euro) e la sistemazione delle facciate con isolamento a cappotto (20.000 euro). Nel 2019 si è provveduto alla messa in sicurezza dei vetri tramite l’applicazione di pellicole protettive (57.000 euro) e alla riorganizzazione degli ingressi e delle uscite rendendole a norma di evacuazione, all’eliminazione delle barriere architettoniche (88.000 euro). Nel 2020 si è completata la sistemazione di due laboratori inagibili ed è iniziata l’attività di consolidamento antisismico di cui stiamo parlando, con l'intervento campione su due aule (110.000 euro) che con il nuovo contributo potrà essere esteso all'intero edificio".

 

 

Seguici sui nostri canali