Treviglio

L'I.C. "Grossi" di Treviglio in prima linea contro bullismo e cyberbullismo

Regione attende la formalizzazione degli accordi di rete per poter dar avvio al finanziamento che prevede un massimo di 38mila euro per progetto.

L'I.C. "Grossi" di Treviglio in prima linea contro bullismo e cyberbullismo
Scuola Treviglio città, 16 Giugno 2021 ore 16:22

Il bando regionale “Bullout 2.0” per la prevenzione e il contrasto al fenomeno del bullismo e cyberbullismo nella provincia di Bergamo vede, per la seconda volta, l’Istituto Comprensivo Tommaso Grossi di Treviglio come capofila di un progetto che risulta tra i 13 selezionati dalla Regione.

Bullout 2.0, l'I.C. "Grossi" c'è

Seconda edizione per il bando di Regione Lombardia "Bullout 2.0" per contrastare il fenomeno del bullismo e per Treviglio sono di nuovo soddisfazioni. Tredici le scuole che sarebbero state selezionate come capofila di provincia. Nella provincia di Bergamo per la seconda volta la scuola Grossi è risultata capofila. E’ risultato vincente il gruppo della cabina di regia del progetto che già aveva vinto il bando precedente. Si tratta di Emanuele Bellani (Agape), Anna Gatti (Metas), Alessandra Rossini (Grossi), Nicoletta Sudati (Garante infanzia adolescenza) e Valentina Tugnoli (Comm. Pari opportunità Comune Treviglio).

3 foto Sfoglia la gallery

Partner del progetto

Anche quest'anno il sindaco Juri Imeri e il vicesindaco Pinuccia Prandina hanno sostenuto la proposta insieme ai partner di progetto
come l’Istituto Zenale Butinone, Risorsa Sociale, Polizia di Stato, Fondazione Portaluppi, Consorzio Fa Brignano, Associazione Metas, Cooperativa Agape che avevano aderito con una lettera di intenti come richiesto dal bando.

Contro il cyberbullismo

Ora la Regione attende la formalizzazione degli accordi di rete di tutte le scuole lombarde che hanno partecipato al bando per poter dar avvio al finanziamento che prevede un massimo di 38mila euro per progetto.
La progettazione precedente di Treviglio aveva visto la collaborazione di studenti delle superiori a far da tutor in aula ai ragazzi delle scuole medie, la costruzione di una serie di strumenti utili alle scuole a contrasto del bullismo e del cyberbullismo, nonché la realizzazione di uno spettacolo teatrale “Diario di classe”, con la regia di Stefania Bussoli e Max Vitali del gruppo teatrale Sats (Associazione Metas), spettacolo rappresentato al TNT e accolto con grande favore nel 2019. I laboratori con i ragazzi avevano prodotto foto-fumetti realizzati su banner esposti anche quest’anno davanti al palazzo comunale in occasione della giornata contro il bullismo. Il progetto aveva visto anche la presenza del professor Umberto Galimberti in una conferenza molto partecipata nella gremita la sala del TNT.