Scuola
Treviglio

Il progetto dei ragazzi della 3BT "Un libro su misura" si aggiudica il "Project day 2022"

Martedì 24 maggio l’aula magna dell’Istituto Archimede ha accolto i lavori di PCTO degli studenti del secondo biennio.

Il progetto dei ragazzi della 3BT "Un libro su misura" si aggiudica il "Project day 2022"
Scuola Treviglio città, 25 Maggio 2022 ore 15:04

E' il progetto "Un libro su misura", realizzato dai ragazzi della 3BT guidati dalla professoressa Caleca, il vincitore del "Project dey 2022". La premiazione si è tenuta ieri, 24 maggio, nell'Aula Magna dell'Istituto Archimede di Treviglio.

Un libro su misura

Il progetto nasce dall’attività “Uno sguardo al mondo di Dante” che ha avuto l’obiettivo di mettere in luce la figura del Sommo Poeta attraverso la progettazione e lo sviluppo di un artefatto digitale, sulla base del modello pedagogico del Jigsaw. Il materiale prodotto dagli studenti è stato poi oggetto di successiva rielaborazione ai fini della produzione di “Un libro su misura” attraverso la traduzione in simboli WLS (Widgit Literacy Symbols).

Gli studenti, dopo aver fruito di un’apposita formazione sull’utilizzo di un software di traduzione in simboli gestita dal personale del CSCA (Centro Sovrazonale di Comunicazione Aumentativa) e della NPI di Verdello, hanno agito concretamente per la creazione del volume con l’ausilio del software Symwriter sulla CAA. Dopo la revisione finale e la stampa il libro è stato depositato presso la biblioteca dell’Istituto, in versione cartacea e digitale, e sarà fruibile da tutti gli studenti che avranno il
desiderio e la necessità di consultarlo.

Premio da 1700 euro

Per i vincitori un premio complessivo di 1700 euro, donato dalle aziende Cordenpharma, Officine Vittorio Villa e da Confindustria Bergamo. Il premio, che verrà investito nell’acquisto di materiali per lo sviluppo dei progetti di PCTO del prossimo anno, sarà gestito dall’area di Informatica dell’istituto. A selezionare i vincitori è stata la giuria di qualità composta dai rappresentanti di Confindustria, di Federazione Maestri del Lavoro di Bergamo, di Adecco, di Ora-0 Group, di ESN Group, di Cordenpharma, di Brembo, di Fluorsid, di Pharmacos, di ANPAL Servizi e di Officine Vittorio Villa.

Tutti i progetti

A dare il benvenuto la dirigente scolastica Maria Chiara Pardi che ha sottolineato l’importanza di valorizzare l’effettiva realizzazione di un ventaglio di lavori svolti dai diversi indirizzi d’istituto, che sono riusciti a coniugare la teoria alla pratica laboratoriale, leitmotiv dell’Istituto tecnico. Tra i progetti, premiati in ordine di classifica: “Un libro su misura” 3BT-i, al secondo posto in ex-equo “Pinza pneumatica” 4DT-m e “ScuDo –Scuola e Domotica” 4FT-i, “Produzione di una bevanda fermentata: Birra da malto d’orzo” 4CT-c, “Impianto per la produzione e il controllo del PH della birra mediante il microcontrollore Arduino” 4At-a, “Brewing”
4GT-c, “Intelligenza artificiale e costituzione” 4GT-c, “Defendroid” 4BT-i e “Orario Scolastico” 4BT-i.

Premiate le eccellenze

Durante la mattinata il professor Antonino Calleri, referente dell’offerta formativa, ha premiato le eccellenze della scuola, studenti che si sono distinti nello studio e nelle competizioni scolastiche ed extra con brillanti risultati. Sono stati assegnati i premi: “Senatore Elio Colleoni”, “Acqua Fonte di vita” (LIONS), “Olimpiadi di matematica”, “Olimpiadi di informatica”, “Patentino della robotica”, “Cisco Academy Day”, “Atleti di alto livello”, “Classe Pilota ed. Civica Intelligenza Artificiale”.

La referente dei PCTO dell’Istituto, Gabriella Saddemi, nel finale ha ringraziato tutti i presenti, ma soprattutto gli studenti, poiché il loro impegno per la realizzazione dei progetti ha richiesto moltissimi sforzi, capacità di adattamento e resilienza.

"Un grazie va anche ai docenti delle diverse aree d’indirizzo presenti in istituto, Informatica, Chimica, Automazione e Meccanica, che hanno seguito tutte le attività riuscendo a mantenere alto l’interesse dei discenti e ad accompagnare i nostri alunni alla realizzazione di progetti dalle tematiche diverse. -ha commentato  - I prodotti finali rappresentato l'espressione viva di una comunità di pratiche volta allo sviluppo di life skills, una conquista educativa e un apprendimento significativo che ha guidato gli studenti lungo una traiettoria collaborativa, maturativa ed empatica, superando la logica dell’omogeneità per avviarsi a quella delle responsabilità".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter