Caravaggio

I ragazzi dicono no al bullismo e al cyberbullismo

Nei giorni scorsi gli alunni di Conventino, La Sorgente e Merisi hanno incontrato il sindaco e presentato i loro eleborati.

I ragazzi dicono no al bullismo e al cyberbullismo
Scuola Gera d'Adda, 10 Febbraio 2021 ore 12:00

I ragazzi incontrano il primo cittadino in occasione della «Giornata nazionale contro il bullismo e il cyberbullismo a scuola», celebrata domenica scorsa. In Municipio e a scuola sono stati esposti cartelloni con un messaggio forte e chiaro contro chi vessa i propri compagni.

No al bullismo e al cyberbullismo

Una piaga, quella del bullismo, che esiste da sempre ma che oggi può contare anche sull’arma della tecnologia. Per questo negli ultimi anni sono state messe in campo diverse iniziative per contrastarlo.
Il primo cittadino Claudio Bolandrini ha incontrato gli alunni de “Il Conventino” e de “La Sorgente” in sede, mentre una delegazione della «Merisi» gli ha fatto visita in Municipio martedì mattina.

6 foto Sfoglia la gallery

Cartelloni a scuola e in Municipio

«Come ogni anno abbiamo raccolto l’invito a promuovere attività di riflessione e di sensibilizzazione degli studenti - ha spiegato la preside de “Il Conventino” e “La Sorgente” Jenny Scaperrotta - Alle finestre della scuola i nostri alunni hanno appeso le loro “impronte blu” e i loro messaggi, dopo essersi informati e aver discusso insieme. All’esterno hanno realizzato un’installazione per testimoniare ai genitori e ai passanti il loro impegno».
«Siamo venuti a portare al sindaco i nostri elaborati per sensibilizzare tutta la cittadinanza alla lotta contro il bullismo - ha detto la responsabile di plesso Stefania Convertini, della “Merisi” - Abbiamo estratto le classi e poi i loro rappresentanti che sono qui oggi».

Ad accoglierli Bolandrini, che ha espresso pieno apprezzamento per il lavoro dei ragazzi.

Leggi di più sul Giornale di Treviglio in edicola venerdì 12 febbraio.

TORNA ALLA HOME