Idee & Consigli

Quali servizi utilizzare per gestire la tua attività online?

Quali servizi utilizzare per gestire la tua attività online?
Idee & Consigli 05 Ottobre 2022 ore 07:39

Hai deciso di lanciare la tua attività online? Molto probabilmente starai cercando quali sono i migliori servizi per gestire il tuo e-commerce. 

Soprattutto in un periodo storico come quello attuale, caratterizzato dalla nascita di numerose attività online, è importante trovare il servizio giusto in modo da poter gestire tutto al meglio, concentrandosi sugli elementi distintivi che caratterizzeranno il tuo brand. 

Vuoi scoprire quali sono i migliori tool per sviluppare e gestire un e-commerce? 

Quali sono i migliori servizi per sviluppare un e-commerce?

Prima di arrivare alla gestione dobbiamo studiare un primo step: lo sviluppo della piattaforma. 

A meno che tu non lavori nel mondo dell’informatica, è molto probabilmente avrai deciso di affidare lo sviluppo del tuo store online a qualcun altro, ma è comunque giusto che tu sappia quali step e quali servizi ci sono dietro. 

Ad oggi è possibile scegliere tra due diverse piattaforme di e-commerce:

  • Open source, ossia un sito creato con codice aperto e, di conseguenza, scaricabile
  • Ospitate, cioè un sito creato su altre piattaforme che impongono il pagamento di un canone mensile 

Qualsiasi sia il tool che verrà scelto, è sempre importante ricordare che bisogna rivolgersi ad un professionista del settore, che conosca al meglio lo strumento che andrà ad utilizzare. 

Insomma, in questa fase potrà capitarti di dover investire un budget più elevato, ma non saranno soldi sprecati. 

Quali sono i migliori servizi per sviluppare un e-commerce? Ne citiamo solo alcuni, ma sulla rete ne potrai trovare migliaia, in modo che tu possa scegliere esattamente quello che si adatta di più alle tue esigenze. 

Il primo esempio è Prestashop, che propone un costo di mantenimento basso e un'interfaccia molto semplice da utilizzare. Ovviamente, pagando qualcosina in più, avrai la possibilità di personalizzare come vuoi il tuo e-commerce. 

Altri servizi molto conosciuti sono WooCommerce, un plugin di WordPress, Wix o Magento. Anche in questo caso, è necessario valutare caso per caso quale può essere il tool più adatto alle tue esigenze. 

Quali sono gli strumenti per gestire un e-commerce?

Dopo che avrai creato (o avrai fatto realizzare) il tuo store online, dovrai avvalerti di altri strumenti per gestirlo. 

Ad esempio, ti servirà un gestionale che possa far “dialogare” magazzino, sito, spedizioni e consegne. Infatti, nel caso in cui vendi con un magazzino fisico (e non in dropshipping, per intenderci), dovrai controllare tutti i processi di vendita. 

Quali sono i software essenziali in questo caso?

Il primo tool di cui avrai bisogno è un software ERP, che ha come obiettivo quello di automatizzare processi e flussi di lavoro grazie al sapiente utilizzo dei dati. 

Insomma, questo tool gestisce tutti i processi aziendali che possono essere informatizzati, come la generazione di fatture, il magazzino o l’assistenza.

Oltre al software ERP, abbiamo anche quello CRM che si occupa di generare i dati relativi ai clienti, raccogliendo informazioni nelle aree marketing e vendite.

Ricorda sempre: quando hai un negozio online la branca del marketing è ancora più rilevante rispetto a quando il tuo negozio è esclusivamente fisico. 

In fin dei conti, ci teniamo a dirti che non è fondamentale che tu conosca alla perfezione tutti gli strumenti che stanno dietro all’apertura di un e-commerce, ma è bene avere un’infarinatura generale in modo da poter quantificare meglio gli investimenti. 

Oltre a questo, come ben saprai, devi necessariamente aprire la Partita IVA per vendere online e, di conseguenza, ti consigliamo di affidarti ad un servizio di consulenza fiscale come Fiscozen

Con loro avrai anche la possibilità di ricevere una consulenza gratuita e senza impegno per poter parlare del tuo progetto imprenditoriale. 

Seguici sui nostri canali