Idee & Consigli
IL DENTISTA INFORMA

Igienista al servizio della salute orale

Figura professionale che lavora in team con l’odontoiatra

Igienista al servizio della salute orale
Idee & Consigli 07 Ottobre 2022 ore 07:00

La salute inizia dalla bocca. Mantenere una buona igiene orale è un ottimo strumento di prevenzione delle malattie in quanto consente di tenere sotto controllo la carica batterica, mettendoci al riparo da malattie del cavo orale e dei denti. 

L’igiene orale quindi deve diventare un’abitudine quotidiana fin da piccoli. La famiglia gioca un ruolo importante nell’educare alla cura della propria salute, ma anche da fuori c’è chi può contribuire con competenza ed esperienza a instaurare un circolo virtuoso. E’ l’igienista dentale.

Ne parliamo con la dottoressa Francesca Ferranti, titolare dell’ambulatorio di igiene dentale al Centro Medico Polispecialistico di via IV Novembre, a Pozzuolo Martesana.

«L’igienista dentale è una figura professionale, laureata  e abilitata alla professione all’interno di uno studio dentistico o in una struttura pubblica e svolge prestazioni di carattere sanitario su indicazione dell’odontoiatria».

Igienista e odontoiatra costituiscono, dunque, un team al servizio della cura della salute della bocca, in particolare, spiega la dottoressa Ferranti: «il ruolo dell’igienista è quello di promuovere la salute orale attraverso la prevenzione. L’igienista dentale si occupa di prevenzione, dà indicazioni di igiene orale domiciliare e alimentazione motivando il paziente a mantenere il cavo orale in salute. Inoltre, sul piano estetico, fornisce indicazioni per lo sbiancamento dentale professionale o domiciliare». 

L’igienista dentale, figura relativamente recente nell’ambito dell’odontoiatria, si differenzia anche da quella dell’odontotecnico: «L’odontotecnico non può lavorare in studio ma solo in laboratorio», precisa la dottoressa Ferranti. 

Di cosa si occupa nello specifico l’igienista? 

«L’igienista si occupa dell’igiene dentale professionale, meglio conosciuta come ablazione del tartaro, di rimuovere i depositi di placca e tartaro, operazione importante per eliminare l’infiammazione gengivale e riportare il cavo orale in salute». 

E’ evidente come la cura dell’igiene orale sia sinonimo di buona salute: «L’obiettivo dell’igienista è quello di sensibilizzare il paziente a mantenere una buona igiene orale, che rispecchia a sua volta un buon mantenimento della salute generale», ha sottolineato Ferranti. 

La cura dell’igiene orale è dunque importante per tutti, ma vi sono persone per le quali è particolarmente necessaria: «I pazienti con una predisposizione alla malattia parodontale devono prestare più attenzione all’igiene orale e sottoporsi a sedute di igiene professionali più frequenti, ogni tre o quattro mesi», ha precisato la dottoressa. 

La cura dell’igiene orale inizia però da casa, con una buona abitudine quotidiana: «Per mantenere una buona igiene orale domiciliare bisogna spazzolare i denti per almeno due minuti due o tre volte al giorno e passare filo interdentale o scovolino».

Una buona abitudine che ci aiuta a mantenere il sorriso.

Seguici sui nostri canali