Idee & Consigli
Caro bolletta

Ecco perché è il momento giusto per investire nel fotovoltaico

Una soluzione per difendersi dall’aumento dei prezzi dell’energia: risparmi per le famiglie e benefici per l’ambiente.

Ecco perché è il momento giusto per investire nel fotovoltaico
Idee & Consigli 28 Febbraio 2022 ore 12:34

L’attuale situazione energetica, con i prezzi delle materie prime quasi quadruplicati da gennaio a dicembre 2021, ha reso ancora più conveniente scegliere un impianto fotovoltaico, accelerando considerevolmente i tempi di rientro dell’investimento economico effettuato per la sua realizzazione.

Contro il caro bollette la soluzione è il fotovoltaico

Se infatti a gennaio 2021 il Prezzo Unico Nazionale (Pun, dati Gme), ovvero il prezzo di riferimento dell'energia elettrica in Italia acquistata alla borsa elettrica, si attestava su un valore medio di 6,071 centesimi di euro per kilowattora, a dicembre dello stesso anno questo valore è arrivato a 28,124 €cent/kWh. Un rincaro del +363% che si ripercuote nelle bollette energetiche dei primi mesi del 2022.
Quindi, mai come in questo periodo, aumenta la convenienza di produrre la propria elettricità in casa o in azienda, grazie all’installazione di un impianto fotovoltaico che abbatte in modo reale e concreto le spese energetiche delle famiglie e delle imprese, perché permette di mettersi al riparo dagli aumenti del costo della materia prima.
Non a caso negli ultimi anni, e in particolar modo in questi ultimi mesi, in Italia è notevolmente cresciuto l’interesse per il fotovoltaico, anche grazie all’introduzione degli incentivi statali.

Quanto può risparmiare una famiglia

L’installazione di un impianto fotovoltaico si rivela oggi una scelta efficiente e lungimirante, per il bilancio familiare e per l’ambiente: lo sviluppo sostenibile si coniuga infatti alla protezione dai rincari, grazie a un circolo virtuoso in cui il proprietario di un impianto fotovoltaico è al tempo stesso consumatore e produttore.
Per chi possiede una villetta, infatti, l’installazione di un impianto fotovoltaico con sistema di accumulo oggi consente di raggiungere un buon livello di indipendenza energetica pari a circa due terzi dell’energia prodotta e autoconsumata, con un conseguente sensibile risparmio in bolletta.
Vediamo un esempio. Oggi un cliente tipo sprovvisto di impianto fotovoltaico, residente, con consumo annuo di 2.700 kWh, 3 kW di potenza in regime di Maggior Tutela (tariffe Arera I trimestre 2022) spende per l’energia elettrica 1.245 € all’anno tasse incluse. A parità di consumo e tariffe, lo stesso cliente dotato di un impianto fotovoltaico con sistema di accumulo (3 kW di potenza, 20 mq di superficie e 5 kWh di capacità di accumulo) spenderebbe sensibilmente meno, perché:

  • grazie all’impianto produrrebbe circa 3.500 kWh di energia;
  • consumerebbe direttamente circa la metà dell’energia prodotta, con un risparmio in bolletta di oltre 700 €/anno (-57%);
  • rivenderebbe circa 1.700 kWh in eccesso prodotti dall’impianto che verrebbero immessi in rete e ritirati dal Gestore dei Servizi Energetici (Gse), con un guadagno per il cliente in regime di Ritiro Dedicato pari a circa 230 €/anno.

Il beneficio economico complessivo sarebbe dunque di oltre 900 € all’anno, ovvero il 75% circa sulla spesa annua per l’energia.

Inoltre, grazie agli incentivi statali, il fotovoltaico è diventata una soluzione sempre più accessibile. È stato confermato anche per il 2022 l’Ecobonus al 50%, applicato alla spesa sostenuta per l’acquisto di un impianto fotovoltaico da portare in detrazione in 10 rate annuali di pari importo.

Benefici per l’ambiente

Il passaggio al fotovoltaico è una scelta sostenibile a beneficio dell’ambiente. L’energia solare è infatti una delle più grandi alleate nella battaglia per la diminuzione delle emissioni di anidride carbonica (CO2).
L’installazione di un impianto fotovoltaico, con potenza di 3 kW e una produzione di energia di circa 3.500 kWh all’anno con batterie di accumulo, consente ad esempio di evitare il consumo di 4,5 barili di petrolio pari a 1,7 tonnellate di CO2 non emesse all’anno, ovvero l’equivalente di anidride carbonica assorbita da 87 alberi di 10 anni.
Un altro fattore ambientale molto importante da tenere in considerazione è il fatto che i moduli che compongono l’impianto fotovoltaico sono composti prevalentemente da vetro, alluminio e silicio, tutti materiali perfettamente riciclabili. Le aziende costruttrici si stanno inoltre organizzando in consorzi per lo smaltimento e il riciclaggio delle altre componenti (circa un 10% della struttura), così da garantire prodotti a impatto ambientale zero.
Chi sceglie di installare un impianto fotovoltaico sul tetto della propria abitazione, dunque, diventa un soggetto attivo nel processo di transizione energetica e sviluppo sostenibile dell’Italia.

Il fotovoltaico con accumulo

Affiancare all’impianto fotovoltaico un sistema di batterie di accumulo è una scelta ottimale che aumenta il livello di indipendenza energetica. Questo sistema, infatti, consente di immagazzinare parte dell’energia non utilizzata immediatamente per sfruttarla di sera o di notte quando i moduli fotovoltaici non ricevono i raggi solari. In questo modo, l’energia prodotta dall’impianto viene sfruttata al massimo. L’energia in eccesso, invece, viene reimmessa in rete per essere rivenduta. In questo caso si parla di impianto di accumulo sempre connesso (grid connected), l’energia prodotta dai pannelli che non viene immediatamente utilizzata viene accumulata in apposite batterie che, una volta raggiunta la loro massima carica, reimmettono in rete l'energia in eccesso la quale viene "rivenduta" al Gestore dei Servizi Energetici (Gse).

La soluzione Hera Fotovoltaico

Hera Fotovoltaico di Blue Meta è la soluzione sostenibile pensata per aumentare l’indipendenza energetica dei clienti di Blue Meta. Il sistema viene progettato su misura in base alle specifiche esigenze di consumo, alle caratteristiche dell’abitazione e della zona di riferimento.
L’offerta è composta da un impianto fotovoltaico di ultima generazione a cui è possibile associare un sistema di accumulo dell’energia prodotta e aggiungere componenti opzionali per ottimizzare al meglio le prestazioni dell’intero sistema.
Bonus fiscale in fattura: grazie ai vantaggi della cessione del credito fiscale prevista dall’Ecobonus (DL n.34 del 2020 - Art.121) con Hera Fotovoltaico di Blue Meta il cliente ha uno sconto diretto in fattura del 50% sul prezzo dell’impianto fotovoltaico e dell’eventuale sistema di accumulo.
25 anni di garanzia: il rendimento dei pannelli solari è garantito, viene assicurata una produzione di energia elettrica dopo 25 anni ancora dell’80%. Hera Fotovoltaico di Blue Meta utilizza pannelli e componenti di altissima qualità, in grado di massimizzare il rendimento con qualsiasi esposizione e inclinazione del tetto. Le batterie che compongono un sistema di accumulo possono essere di diversa tipologia. Quelle al litio, scelte anche per i sistemi di accumulo di Hera Fotovoltaico di Blue Meta, rappresentano la soluzione migliore. Sono piccole e compatte, non rilasciano gas nocivi e hanno una garanzia sulla durata e/o sui cicli di ricarica.
Servizio chiavi in mano: in base alle esigenze di potenza e alle caratteristiche della superficie d’irraggiamento a disposizione, il sistema installato può essere di gamma Base o Top.
Inoltre, il prezzo include anche un’assicurazione All Risk che va, a seconda della gamma di sistema installato, dai due ai cinque anni, e copre dai danni diretti e indiretti, come eventi atmosferici (grandine, fulmini, trombe d’aria), guasti che bloccano l’impianto, furto e atti vandalici.
Per richiedere un preventivo è possibile rivolgersi a Blue Meta.

Come viene installato il fotovoltaico e come funziona?

L’installazione di un impianto fotovoltaico standard è un intervento non troppo invasivo che può essere eseguito in 24/48 ore (a seconda della dimensione dello stesso). Una volta completata la posa in opera, bisognerà attendere l'allaccio dell'impianto al gestore di energia elettrica (in media ciò avviene entro 15 giorni dalla richiesta). Il sistema fotovoltaico si collega direttamente al quadro generale già presente nell’abitazione.
L’impianto non smette di funzionare se il cielo è coperto dalle nuvole. Anche se il sole non si vede, i raggi riescono comunque a filtrare e a mantenere attivo il sistema, seppure a regime ridotto proporzionalmente alla copertura nuvolosa. L’impianto continua a funzionare anche nel caso in cui uno o più moduli dovessero essere sporchi, ma le prestazioni potrebbero essere ridotte. Per ovviare a tale inconveniente è possibile installare un ottimizzatore in grado di “isolare” la cella o la parte di pannello temporaneamente oscurata, così da ottimizzare al massimo la produzione.
I pannelli fotovoltaici dell’offerta Hera Fotovoltaico di Blue Meta sono tutti delle migliori marche e garantiti 25 anni. La loro vita media arriva anche molto oltre, se costantemente monitorati e sottoposti ai necessari interventi di ordinaria manutenzione.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter