Idee & Consigli

Costruire un carport in legno: vantaggi, idee e permessi

Costruire un carport in legno: vantaggi, idee e permessi
Idee & Consigli 26 Aprile 2022 ore 09:43

Mettere al riparo la propria auto dagli agenti atmosferici è il primo pensiero di chi acquista una macchina nuova. Ma, in generale, chi possiede un’automobile desidera tenerla al sicuro dallo scolorimento del sole, dalla pioggia e dalla neve: c’è chi possiede un garage privato, chi ne affitta uno e chi la parcheggia davanti casa. Se si dispone di uno spazio antistante, attorno all’abitazione o da ricavare nel giardino, un’idea perfetta da mettere in pratica è quella di costruire una tettoria per auto, una soluzione più economica rispetto alla costruzione o all’acquisto di un box.

Il carport può essere realizzato in molti materiali, ma quello che risulta più performante è il legno. Da alcuni anni, infatti, sono moltissimi gli italiani che hanno scelto di preferire questo materiale per realizzare abitazioni, dépendance da giardino, box auto o tettoie in legno. Oltre ad essere molto funzionale, una tettoria in legno abbellisce la propria casa perché dona quel tocco estetico aggiuntivo sempre gradevole a chi la osserva.

Vantaggi di una tettoia in legno per auto

Ma il legno non è preferito solo perché è di design, elegante e accogliente da vedere, ma soprattutto perché è ricco di notevoli vantaggi rispetto agli altri materiali da costruzione. Si pensi, ad esempio, al grandissimo impiego che è stato fatto del legno nel corso della storia.

Innanzitutto, vale la pena specificare che il legno è un materiale ecosostenibile e, per questo, è il materiale prediletto della bioedilizia. Viene estratto da foreste certificate, impiegando innovative tecniche di estrazione a basso impatto ambientale, che rispettano i ritmi di crescita e non contribuiscono alla deforestazione; gli alberi più utilizzati sono l’abete, il pioppo e il faggio.

In particolare, la tipologia di legno più adatto per una tettoia in legno è il legno lamellare: si tratta di un tipo di legname molto resistente e compatto, grazie al fatto di essere composto da vari strati di legno incollati tra loro. Diventa, dunque, molto solito e duraturo nel tempo e utilizzato in maniera efficace per le coperture.

Inoltre, la densità delle fibre di questo legname lo rende elastico e capace di resistere alle sollecitazioni naturali e alle intemperie, dunque è anche il miglior materiale antisismico dagli elevati standard qualitativi.

Bisogna fare attenzione, però, all’importanza della manutenzione. Per assicurare alla struttura in legno una lunga vita, è necessario impedirne il deterioramento e la formazione di muffe. È importante, infatti, renderla impermeabilizzata, e per questo vanno applicati dei prodotti specifici e dei trattamenti da rinnovare almeno una volta all’anno: la primavera è la stagione perfetta per questi lavori. Oppure può essere realizzata una copertura con tegole in cotto o altri materiali specifici per le coperture che resistono al calore e al freddo.

Le tettoie per proteggere le auto, inoltre, sono a forma di tetto spiovente, in modo da evitare l’accumulo di acqua, neve o altri elementi sul rivestimento superiore e prevenire il danneggiamento della struttura.

Un’idea bella da vedere e utile allo stesso tempo è quella di creare per il carport in legno un rivestimento di piante fiorite o rampicanti, in modo da tenere anche più al fresco l’auto parcheggiata sotto.

Questo tipo di struttura può essere autoportante, fissata al pavimento oppure attaccata alla parete di casa, con altri due pilastri per sostenere la parte davanti e quella posteriore fissata al muro. Il vantaggio di scegliere il legno è dato anche dalla possibilità di acquistare un modello prefabbricato.

Per questo genere di costruzioni, tra l’altro, si consiglia sempre di rivolgersi a dei professionisti che sappiano consigliare la soluzione più adatta alla propria abitazione. Carport in legno per auto fai da te: modelli e prezzi (che variano in base a materiali, rifiniture e dimensioni) sono disponibili su portali specializzati che aiutano il cliente a scegliere la tettoria da assemblare in base al budget e alle misure ed anche a non commettere errori per quanto riguarda i permessi necessari per costruire.

Costruire una tettoia per auto: servono permessi?

Anche per installare una tettoia in legno è necessario ottenere dei permessi di costruire rilasciati dal comune di residenza, poiché si tratta di una struttura permanente e si incorre nella denuncia penale e nelle sanzioni per abuso edilizio. Il primo passo è quello di recarsi all’Ufficio Tecnico comunale e controllare quali sono i titoli edilizi da richiedere e la presenza di eventuali vincoli nella zona di intervento.

Dopodiché occorre verificare la fattibilità dell’intervento presentando un progetto architettonico – nel caso in cui il carport in legno sia costruito su misura – e il progetto strutturale. Bisogna valutare anche il rispetto dei propri confini e delle distanze minime con le proprietà vicine, oltre che al tipo di terreno sul quale verrà posizionata la tettoia.

Nel caso in cui la struttura sia di natura temporanea, invece, non sono necessari i permessi e non occorre dichiararla, ma basterà presentare la SCIA (Segnalazione Certificata di Inizio Attività) per certificare l’inizio dei lavori. La tettoria dovrà rispettare determinati standard di dimensione, solidità e permanenza sul suolo, tra cui: apertura su almeno 3 lati, copertura retrattile, tettoia non fissata. Ma non è questo il caso delle tettoie per auto, che rientrano nella categoria nuove costruzioni poiché si crea una superficie coperta permanente.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter