Idee & Consigli

Come fare passare il mal di denti

Come fare passare il mal di denti
Idee & Consigli Treviglio città, 17 Settembre 2021 ore 07:54

Per eliminare il mal di denti è importante individuarne la causa. A volte infatti il dolore è dato dalla presenza di residui di cibo tra i denti, in questo caso è consigliabile passare il filo interdentale e fare particolarmente attenzione a spazzolare i denti.

Un’altra raccomandazione comune per fare passare il mal di denti è quella di realizzare risciacqui con acqua e sale oppure con tè allo zenzero e propoli che hanno proprietà analgesiche e antinfiammatorie e aiutano ad alleviare il fastidio.

Tuttavia, quando il dolore è frequente, costante e non scompare nemmeno con i rimedi casalinghi o quando si presentano altri sintomi come mal di testa, sanguinamento o pus è possibile che siano in atto infezioni o che la causa del dolore sia una carie.

Per quanto si riesca ad alleviare il dolore, la causa rimane e può peggiorare nel tempo, quindi è importante consultare un dentista per identificare cosa sta causando il disagio e iniziare quanto prima il trattamento più appropriato.

Di seguito presentiamo alcune tecniche per aiutare a fare passare il mal di denti:

Assumi farmaci

L'uso di farmaci analgesici e antinfiammatori, come il paracetamolo o l'ibuprofene, può essere indicato dal dentista quando il mal di denti è costante e non passa con rimedi naturali. È importante ricordare che questi farmaci devono essere utilizzati dagli adulti solo per un breve periodo di tempo e sotto la guida di un medico.

Applica del ghiaccio

Per alleviare il dolore più velocemente e ridurre l'infiammazione, è possibile posizionare un impacco di ghiaccio sul viso vicino alla zona dolente, facendo attenzione a non bruciare la pelle. Per farlo basta coprire l’impacco con un panno pulito in modo che il ghiaccio non sia a contatto diretto con l’epidermide. Il ghiaccio dovrebbe rimanere nell'area per 15 minuti e il processo dovrebbe essere ripetuto 3 volte al giorno.

Fare risciacqui con acqua tiepida salata

Sciacquare la bocca con acqua salata tiepida aiuterà a pulire e a eliminare i microrganismi che causano il dolore. Bisogna diluire un cucchiaino di sale in un bicchiere di acqua tiepida e sciacquarti la bocca con la miscela per 30 secondi, una volta all'ora, facendo attenzione a non ingerire l'acqua.

Applica dell’olio a base di chiodi di garofano

L'olio di chiodi di garofano indiano ha proprietà analgesiche e antibatteriche, e aiuta a combattere le infezioni, alleviando il dolore e l'infiammazione. Per usarlo, mescola 1 o 2 gocce di olio di chiodi di garofano indiano con 1 o 2 gocce di un altro olio vegetale e applica direttamente sul dente indolenzito.

Inoltre, il chiodo di garofano indiano ha anche proprietà aromatiche naturali, quindi può anche aiutare a migliorare l'alito.

Possibili cause del mal di denti

Il mal di denti si verifica principalmente quando un dente si rompe, tuttavia può presentarsi anche per la presenza di carie o ascessi o per lo spuntare di un dente del giudizio.

Inoltre, un forte colpo alla bocca può provocare una frattura del dente, che non sempre viene rilevata ad occhio nudo, provocando dolore durante la masticazione o al consumare cibi o bevande molto calde o fredde.

Sebbene la fuoriuscita di un dente del giudizio non necessiti di cure specifiche, tutte le altre cause devono essere trattate o perlomeno rilevate da un dentista che deciderà se è il caso di iniziare tempestivamente un trattamento specifico.

Come fare passare il mal di denti dopo giorni: quando andare dal dentista

Quando si presenta il mal di denti, dovresti andare dal dentista, soprattutto se:

  • Il mal di denti non è passa con rimedi casalinghi o antidolorifici;
  • Il dolore si ripresenta entro pochi giorni;
  • C'è sanguinamento per più di 2 o 3 giorni;
  • I denti sono molto sensibili e non riesci a mangiare;
  • È visibile una frattura nel dente.

Per evitare che il mal di denti si ripresenti, dovresti lavarti i denti ogni giorno e recarti dal dentista per una o due visite di routine all’anno. Questa consulenza preventiva consentirà di identificare precocemente l’eventuale presenza di carie, fratture nei denti o problemi gengivali o parodontali che possono colpire il cavo orale causando dolore.