Idee & Consigli

Borsa e mercati: facciamo il punto sui settori da monitorare per investire in azioni

Borsa e mercati: facciamo il punto sui settori da monitorare per investire in azioni
Idee & Consigli 18 Ottobre 2022 ore 10:46

Negli ultimi anni, gli investimenti nelle azioni hanno conosciuto un trend positivo grazie a modalità più smart ed elastiche per operare persino da un PC o da uno smartphone: il trading online è sempre più considerato da tutti coloro i quali desiderano operare in Borsa, ma variando il proprio portafogli di azioni, come suggerito dagli esperti. Ovviamente esistono settori nei quali è più opportuno investire e altri con i quali occorre prestare maggiore attenzione: in linea di massima il mercato è piuttosto imprevedibile e solo dopo aver acquisito competenze ed esperienza si possono fare previsioni attendibili, così da sfruttare al meglio le opportunità offerte dai mercati azionari. La formazione è quindi alla base per poter investire con consapevolezza sui diversi asset disponibili.

Quali azioni acquistare e dove

Le piattaforme di trading online, quindi, permettono anche di utilizzare i derivati delle azioni, magari impostando un trend al rialzo o al ribasso (rispettivamente posizione long o short), decidendo entro quale limite di tempo tale previsione deve avverarsi. Si tratta dei CFD, o contratti per differenza, che consentono perciò di ottenere vantaggi anche se il mercato è al ribasso.

Tra le azioni da comprare oggi ci sono, ad esempio, quelle delle aziende farmaceutiche, come Pfizer e Moderna, aerospaziali, come American Airlines e automotive, come Ferrari. Queste ultime sono entrambe molto conosciute e promettono rispettivamente buoni margini di crescita per l'incremento del turismo dopo il periodo di chiusura e per il nome italiano che ha fatto la storia delle auto.

Ovviamente non mancano aziende dedite alla tecnologia come Tesla, orientata sempre di più sulle auto elettriche, Nvidia, i cui microprocessori sono da sempre tra i più impiegati, Sony, che è leader per le console e i videogiochi e Electronics Art, che nel campo del gaming ha persino creato degli ETF.

Non possono non essere citati anche Apple, Netflix, Just Eat, Amazon e Credit Suisse.

Quello che c’è da sapere per investire in azioni

Un'azione acquistata consente all'investitore di ottenere una piccola (o grande) percentuale dell'azienda di riferimento. Un tempo, si andava negli istituti di credito e si acquistavano azioni a prezzi anche molto elevati in attesa che si creassero gli utili e la ditta distribuisse i dividendi ai vari soci. In parte è ancora così, ma ad esempio operando sulle piattaforme di trading è possibile sia avere interessi più convenienti che utilizzare solo i derivati delle azioni per negoziarle vendendole allo scoperto.

Al fine di stabilire l'attendibilità di un'azione, possono intervenire diversi parametri: innanzitutto chi è a capo dell'azienda della quale si vogliono acquistare le azioni. Si dovrebbe verificare se si tratta di un management attendibile e quali sono i progetti e le peculiarità della realtà di riferimento. Poi, ovviamente, bisogna soffermarsi su quelle che sono le peformances negli anni, nonché il capitale che viene gestito. Nell'analisi dell'azienda va anche valutato l'indice relativo al valore che altri investitori conferiscono alla singola azione, che può essere sottovalutata o persino sopravvalutata.

Una volta scelte le realtà più attendibili, occorre stabilire un budget massimo secondo le proprie possibilità e suddividerlo equamente tra le azioni di riferimento. Esistono azioni con le quali poter fare trading utilizzando i derivati nel breve periodo, altre che si possono acquisire per arricchire il proprio portafoglio in attesa di tempi migliori. Infine, esistono broker che consentono di effettuare entrambe le operazioni in sicurezza perché sono autorizzati secondo le normative europee.

Seguici sui nostri canali