Sponsorizzato

Le onde d’urto di Habilita

Le onde d’urto di Habilita
11 Dicembre 2020 ore 09:09

Si tratta di uno dei servizi che caratterizzano i poliambulatori Habilita: presenti in ogni struttura e dall’efficacia elevata. Parliamo delle onde d’urto. Ma in che cosa consiste questa particolare terapia?
Le onde d’urto sono delle onde pressorie acustiche erogate da un generatore che vengono convogliate tramite un sistema parabolico in un fuoco e vanno a colpire un tessuto specifico, oggetto del trattamento terapeutico.

Quando è consigliabile sottoporsi ad un trattamento di onde d’urto?

Generalmente le onde d’urto vengono utilizzate nel trattamento delle patologie tendinee, muscolari e ossee. In questo ampio gruppo è possibile anche trovare patologie piuttosto diffuse come le tendiniti inserzionali a livello del gomito e della spalla, oppure della caviglia e del ginocchio, piuttosto che le tendiniti del corpo stesso del tendine, così come gli esiti delle lesioni muscolari. Per quanto riguarda le lesioni ossee, le onde d’urto vengono utilizzate nei ritardi di consolidamento e nelle osteonecrosi e nelle algodistrofie.

Come agiscono le onde d’urto sul tessuto sul quale vengono indirizzate?

Una caratteristica tipica della terapia ad onde d’urto è quella di stimolare il metabolismo locale tramite la neoangiogenesi, ovvero la formazione di nuovi vasi sanguigni, che hanno un’azione rigenerativa e riparativa sui tessuti. Si tratta di una terapia abbastanza conosciuta e prescritta spesso dagli specialisti e dai medici di medicina generale. Spesso è la terapia di primo approccio nella gestione delle patologie tendinee, particolarmente diffuse nella popolazione. La terapia è molto efficace.

Chi è che stabilisce la necessità di questo trattamento?

L’inquadramento clinico e diagnostico (attraverso esami come la Risonanza Magnetica, un’ecografia o gli RX) sono effettuati da un medico specialista (un fisiatra o un ortopedico) che prescrive un ciclo di sedute all’interno di un progetto riabilitativo.

Quante sedute è consigliabile effettuare?

Solitamente si consiglia un ciclo di tre sedute per poi valutare l’andamento clinico del paziente, in base al quale possiamo anche prescrivere un secondo ciclo. La terapia ad onde d’urto non può essere erogata nei pazienti portatori di apparecchi medicali, ad esempio il peace maker, nelle donne in gravidanza, in prossimità di grossi vasi sanguigni o nervosi, sulle cartilagini in accrescimento, e, più in generale, nei casi di coagulopatie o nei pazienti scoagulati per motivi terapeutici.
Per ulteriori informazioni relative al servizio di Onde d’Urto di Habilita potete contattare il numero 035.4815515, oppure scrivere a prenotazioni@habilita.it o consultare il sito www.habilita.it

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità