Sponsorizzato

Jacopo Borra, la stagione numero sette per diventare sempre più pilastro di Treviglio

Jacopo Borra, la stagione numero sette per diventare sempre più pilastro di Treviglio
02 Novembre 2020 ore 10:09

Chi se l’aspettava che Jacopo Borra rimanesse a Treviglio per così tanto tempo? Probabilmente in pochi nel momento in cui fece il suo esordio con la canotta della squadra bergamasca. Eppure il lungo classe 1990 ha dimostrato, con il passare degli anni, di diventare un vero e proprio punto fermo del roster.

Vorrebbe fare di tutto Borra, anche per evitare la prima sconfitta di Treviglio nel derby contro Bergamo, eppure il tiro sulla sirena di Purvis punisce la Blu Basket proprio allo scadere. Un match che fatto sicuramente le fortune degli appassionati di scommesse di pallacanestro, che hanno potuto puntare su questo derby che, prima della palla a due, prevedeva un chiaro pronostico a favore di Treviglio. Chi ama puntare sul web, sa benissimo che i migliori siti per giocare al casino sono solo ed esclusivamente quelli che sono in grado di garantire un alto tasso di affidabilità e di sicurezza. Per questo motivo, è fondamentale accertarsi che siano dotati del marchio ADM o AAMS, in maniera tale da creare un conto di gioco solamente su quelle piattaforme che operano in maniera legale sul mercato italiano.

Contratto prolungato da vero capitano in estate

In estate, la Blu Basket Treviglio aveva comunicato l’estensione del contratto con Borra, che adesso rimarrà con questi colori fino al 2022. Questa, come dicevamo in precedenza, è la settima stagione per Borra con Treviglio. In queste sette anni sono arrivate 171 presenze e ben 1447 punti, diventando spesso e volentieri un faro in attacco per la sua squadra, dando un contributo molto importante anche in difesa, soprattutto per cercare di stoppare tutto ciò che si avvicina al proprio canestro.

Nell’ultima stagione, il centro di origini torinesi ha giocato ben 28 gare, dimostrando una buona solidità fisica e riducendo, anche finalmente con un pizzico di fortuna dalla sua parte, tutti i vari infortuni che avevano costellato le precedenti stagioni. Ebbene, il frutto di questa continuità che è stata ritrovata, non solamente in campionato, ma anche in Supercoppa, è sotto gli occhi di tutti.

Borra, infatti, ha accumulato cifre davvero importanti nell’ultima stagione, con una doppia doppia sfiorata di media. Oltre 10,7 punti e 9,4 rimbalzi ad ogni allacciata di scarpe rappresentano davvero un ottimo bottino, a maggior ragione per un giocatore che riveste un’importanza capitale per Treviglio.

Il forte legame con i tifosi

Uno degli aspetti che hanno caratterizzato l’avventura di Borra in maglia biancoblu fino a questo momento è stato indubbiamente lo splendido rapporto che è riuscito a costruire con i tifosi di Treviglio. E da qui diventa facile intuire come il prolungamento sia stato sicuramente un atto dovuto a livello professionale, ma anche un vero e proprio gesto d’amore nei confronti di una tifoseria che l’ha sempre amato.

Borra, infatti, è riuscito a trovare una sorta di “isola felice” a Treviglio, dove è cresciuto e maturato, trovando persone che hanno finalmente creduto stabilmente nelle sue capacità. E le sue dichiarazioni, che sono arrivate proprio poco dopo il rinnovo di altri due anni con la Blu Basket, non fanno altro che confermare tutto quello che abbiamo detto.

Infatti, Borra ha messo in esso in evidenza come Treviglio sia una vera e propria seconda casa. Il prolungamento è arrivato anche per via del fatto che c’era grande voglia di riprendere il filo del discorso, interrotto probabilmente sul più bello nella scorsa stagione per colpa della sospensione dei campionati per via del Coronavirus. Borra sa perfettamente come sia giunto all’apice della sua carriera: dal punto di vista fisico, gli acciacchi che puntualmente lo avevano svantaggiato nelle stagioni precedenti, adesso sembrano solo un lontano ricordo e c’è tutta l’intenzione di fare un’altra grande stagione con la Blu Basket.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia