Consiglio regionale

Vaccino antinfluenzale, il Pd: "Regione rimborsi i cittadini fragili che lo hanno pagato"

E' la proposta del consigliere regionale del Pd Jacopo Scandella per quei soggetti "fragili" che ne avrebbero avuto diritto e hanno pagato tra i 50 e 70 euro.

Vaccino antinfluenzale, il Pd: "Regione rimborsi i cittadini fragili che lo hanno pagato"
Politica Treviglio città, 28 Novembre 2020 ore 15:28

Vaccino antinfluenzale, i Dem presentano una mozione. "La Regione rimedi ai propri errori e rimborsi il vaccino ai cittadini fragili che sono stati costretti a farli a pagamento". A chiederlo è il gruppo regionale del Partito Democratico con una mozione che sarà discussa martedì prossimo in aula consiliare.

Vaccino antinfluenzale pagato da 50 a 70 euro

"In questo momento di emergenza sanitaria – spiega il consigliere regionale Jacopo Scandella, firmatario della mozione - la vaccinazione antinfluenzale è fondamentale, sia per la tutela della salute dei cittadini, sia per semplificare la  diagnosi tra i pazienti affetti da Covid o da influenza stagionale. La Regione però non ha rispettato i tempi: i vaccini, per gli errori di approvvigionamento non ci sono e la gestione delle somministrazioni è nel caos totale.  In assenza di un servizio pubblico certo, moltissimi cittadini ‘fragili’, per i quali il vaccino è  essenziale, come indicato sia dal ministero della Salute sia dalla stessa Regione, hanno fatto ricorso alle strutture private che offrono i vaccini in sicurezza e in tempi ragionevoli,  ma a pagamento, con prezzi che variano dai 50 ai 70 euro, cinque volte il costo del servizio pubblico".

Rimborso a chi l'ha pagato

"E’ questa - aggiunge Scandella - la dimostrazione del totale fallimento della gestione della campagna vaccinale da parte della Regione  e per questo  la Regione stessa ha il dovere  di porvi almeno un parziale, tardivo rimedio". Così il consigliere regionale Dem illustra i termini della mozione. "Chiediamo alla Giunta (regionale, ndr) di stabilire un prezzo di riferimento massimo per i vaccini antinfluenzali a cui i privati siano obbligati ad attenersi e di prevedere, per chi ha fatto il vaccino a pagamento, dal primo novembre  scorso, pur rientrando nelle categorie con diritto alla gratuità, un rimborso pari al prezzo di riferimento stabilito dalla Regione. Per poter avere, infine, un’anagrafe vaccinale completa, chiediamo di imporre ai centri privati l’obbligo di comunicare alla Regione i dati di tutti i cittadini vaccinati", conclude il consigliere del Pd.

TORNA ALLA HOME