Politica

Undici milioni per rilanciare Treviglio e la Mezzaluna

Un contributo straordinario da parte di Regione Lombardia che certifica l’importanza strategica della città e del "distretto trevigliese".

Undici milioni per rilanciare Treviglio e la Mezzaluna
Treviglio città, 01 Ottobre 2020 ore 09:39

Approvata la delibera per la variazione di bilancio che porterà nelle casse comunali di Treviglio ben 11 milioni di euro. Un contributo straordinario da parte di Regione Lombardia che certifica l’importanza strategica della città e del “distretto trevigliese”, ai quali vengono riconosciuti la capacità di governare lo sviluppo urbanistico e di fornire servizi.

Treviglio protagonista del suo film

“Treviglio si è cullata per troppi anni nella sua posizione geografica, senza mai diventare regista e protagonista allo stesso tempo del film che può trasformare questo indiscutibile vantaggio in una vera opportunità per la città e per la pianura – ha dichiarato il sindaco Juri Imeri, ieri sera in aula – E qui dovremo essere bravi tutti, maggioranza e opposizione, allargando il dialogo agli operatori economici e industriali, a ragionare con spirito costruttivo e oggettivo su come vogliamo governare i processi urbanistici, che per forza di cose avranno un respiro a medio-lungo periodo e che non saranno di Imeri, Pezzoni, centrodestra o centrosinistra. Saranno gli scenari che definiranno la qualità della vita dei nostri cittadini nei prossimi anni, l’attrattività del territorio, la competitività delle imprese”.

Lo sviluppo della città

“E’ indiscutibile che l’area a sud rappresenti il naturale sviluppo della nostra città per i servizi, l’artigianato e l’industria e non è un caso che nella precedente amministrazione si sia scelto di valorizzare l’area a sud della stazione, un’area depressa che è stata urbanizzata e trasformata in servizi, avviando un percorso che oggi anche Regione ci riconosce – ha proseguito –  Gli 11 milioni di euro assegnati a Treviglio sono assegnati al “trevigliese”, inteso come distretto di riferimento di un’area virtuosa e in costante crescita che include la Martesana, le Città di Treviglio e Caravaggio, il Cremasco e il Lodigiano, l’est di Milano e parte del bresciano. Che abbraccia tre aeroporti, il polo della cosmesi del cremasco, le grandi aziende del territorio, il Distretto Agricolo della Bassa Bergamasca, l’artigianato, il commercio tradizionale e quello delle medie superfici, le realtà più importanti del Credito Cooperativo nazionale, le infrastrutture (Alta Velocità, Passante Ferroviario, Bre.Be.Mi, i nostri Pip – da valorizzare – e iniziative private che stanno già investendo nell’area sud”.

Al centro delle infrastrutture

Treviglio si trova al centro della grande rete infrastrutturale europea e dei suoi corridoi e questo nuovo distretto, anche grazie alla Brebemi e alle infrastrutture ferroviarie, risulta essere uno dei più virtuosi d’Europa, come narrato anche da Ance in un report sugli scenari di sviluppo della pianura. Un territorio che ha nella Città di Treviglio il naturale centro politico ed economico – ha continuato – Prevediamo un investimento complessivo di 13,5 milioni di euro, che incideranno sulla viabilità (ampliamento della via Calvenzano, con relativa ciclabile, e realizzazione rotatoria; realizzazione parcheggio per pendolari in via Murena; acquisizione aree tra via Murena e via Calvenzano, con nuovi parcheggi; urbanizzazione parcheggio attualmente sterrato). Pensiamo anche a un nuovo padiglione, che funga da “incubatore” di nuove attività e di nuove manifestazioni fieristiche e di business matching, capace di dare valore al sistema fieristico lombardo; non un competitor per le altre fiere, ma una integrazione che possa trasformarsi in un indotto naturale per la città e il territorio in termini di qualità della vita, occupazione, investimenti”.

Polo attrattivo e innovativo

“Parliamo di direzionale, start-up, servizi. Di un polo attrattivo e innovativo, come spesso ne abbiamo elogiati altrove – ha aggiunto – Nel progetto ci sono anche l’acquisizione dell’area dell’ex Cava Vailata – e rivendico con orgoglio la vittoria al Consiglio di Stato per averla difesa da una discarica di amianto che oggi vedrebbe la nostra città discutere della perdita di attrattività anziché di come governare la sua crescita – e la formazione del relativo parco: diamo quindi seguito agli indirizzi del Consiglio Comunale e confermiamo che noi le battaglie non le facciamo con le bandierine, ma con gesti concreti e che le idee nelle quali crediamo le perseguiamo fino in fondo. A questo si aggiunga la Mezzaluna, che finalmente dovrebbe tornare a rappresentare un’opportunità per la città grazie all’approvazione del PTCP prevista per fine mese, dopo il tentativo di tarparne le ali”.

Per una città più competitiva

“Non possiamo pensare alla Treviglio del futuro senza pensare al suo sviluppo, ordinato, guidato e misurato, ma che non può essere fermato e che deve essere governato – ha concluso – Stiamo lavorando per rendere la città competitiva – e sempre a misura di uomo e di donna -, e stiamo andando a definire la cornice dell’investimento totale, che rappresenta però il volano dello sviluppo futuro dell’area. Con la deliberazione di stasera (martedì per chi legge, ndr) continua un percorso fondamentale per la città, che dovrà essere costruito con il contributo di tutti. 11 milioni di euro sono un contributo eccezionale e unico, e Treviglio – non la Giunta Imeri – non può perdere questa grande occasione”.

TORNA ALLA HOME

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia