Politica
Torlino Vimercati

Un servizio di vigilanza urbana condiviso

La minoranza "NuovaVita per Torlino" l'ha proposto attraverso un'interrogazione che sarà discussa in Consiglio comunale

Un servizio di vigilanza urbana condiviso
Politica Cremasco, 09 Aprile 2022 ore 12:00

Un servizio di vigilanza urbana condiviso con Palazzo Pignano: la minoranza "NuovaVita per Torlino" propone un accordo con il Comune limitrofo.

Interrogazione della minoranza

Il contenuto dell’interrogazione del gruppo capitanato da Andrea Ladina si discuterà nel prossimo Consiglio comunale.

"Torlino Vimercati non dispone di un vigile urbano nella sua pianta organica del personale, considerato il numero dei suoi abitanti - si legge - Tuttavia, un Comune come il nostro, di circa sei chilometri quadrati di superficie, ha una serie di problemi e questioni che necessitano dell’intervento della vigilanza, sia pur a orario ridotto. Questioni legate all’ambiente, trattandosi di un paese agricolo con molti corsi d’acqua, risorgive e fontanili. Un territorio in cui si verificano spesso anche criticità, incendi irregolari di sterpaglie, imbrattamenti abusivi delle strade, rifiuti nell’ambiente, segnaletica stradale fatiscente, oltre al fatto che, come è stato evidenziato in una nostra recente interrogazione, oggi l’Amministrazione comunale non è neanche in grado di controllare che in occasione di lavori edilizi vi siano gli appositi cartelli di inizio lavori. Per non parlare dei sopralluoghi necessari per le richieste di certificati di residenza e di abitabilità".

Un servizio di vigilanza urbana condiviso

Per i consiglieri di minoranza basterebbero alcune ore al mese da svolgere in convenzione, "approfittando del fatto che il vicino Comune di Palazzo Pignano è alla ricerca di un secondo vigile da inserire nella sua pianta organica".

La risposta dell'Amministrazione

In attesa di parlarne in Aula, il vicesindaco Giuseppe Figoni ha anticipato le intenzioni dell’Amministrazione.

"Con Palazzo avevamo due convenzioni, quella della Polizia locale e quella del Suap - ha detto - Entrambe erano gestite dal vigile che però manca da due anni. Sono già d'accordo con il sindaco di Palazzo, che verranno ripristinate entrambe non appena l'agente della Polizia locale tornerà in servizio. Per quanto riguarda i cartelli in occasione dei lavori, ho già risposto in Consiglio che erano stati affissi con tutta la documentazione a norma di legge, ma un colpo di vento li ha spazzati via. Non appena siamo stati avvisati li abbiamo riposizionati".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter