Politica
Agnadello

Si è dimessa la consigliera Maura Cesana. Nella lettera, l'ultima battaglia per il linguaggio inclusivo

"Impegni di lavoro". La prima dei non eletti nel 2019 fu Chiara Ogliari.

Si è dimessa la consigliera Maura Cesana. Nella lettera, l'ultima battaglia per il linguaggio inclusivo
Politica Cremasco, 29 Marzo 2022 ore 11:20

Agnadello, l'ex assessora e "colonna" del gruppo di minoranza Maura Cesana si è dimessa dal Consiglio comunale. Lo ha reso noto lei stessa, annunciando un cambio nelle fila di "Per Agnadello" e accomiatandosi dai colleghi del gruppo. Nella lettera, diffusa nei giorni scorsi, in cui ha rassegnato ufficialmente le dimissioni, la consigliera ha peraltro utilizzato - per l'ultima volta in forma ufficiale - il linguaggio di genere inclusivo, utilizzando l'asterisco (*) per le desinenze dei sostantivi che indicano collettivamente i suoi colleghi, donne o uomini. Un'ultima "puntata" della sua lunga e articolata battaglia per l'utilizzo del genere neutro anche nelle comunicazioni ufficiali del Comune, culminata in una mozione - bocciata dalla maggioranza di centrodestra - nel 2020.

 Le dimissioni di Maura Cesana

Ex assessore e consigliera della Giunta di Giovanni Calderara, vicina al centrosinistra, Cesana era stata rieletta come consigliera di minoranza con la storica civica "Per Agnadello" nel 2019, quando il Comune fu conquistato dalla Lega di Stefano Samarati. A prendere il suo posto in Consiglio comunale potrebbe essere Chiara Ogliari, che aveva ottenuto 34 preferenze alle Comunali del 2019.

"Sono dispiaciuta di dover comunicare al consiglio comunale, di cui ho fatto parte per quasi 8 anni, prima come consigliera di maggioranza e, poi di minoranza, che i miei nuovi impegni professionali, correlati al cambio di posto di lavoro, non mi consentono più di garantire la presenza continuativa le riunioni, come ho sempre fatto in passato - ha spiegato la consigliera - Ritengo pertanto doveroso rassegnare con effetto immediato le dimissioni dalla carica di consigliere, perché si possa procedere in tempi e nei modi previsti dalla normativa, alla mia sostituzione insieme al consiglio. Ringrazio i colleghi e le colleghe che hanno intrapreso con me questo percorso 8 anni fa, prima come consiglier* di maggioranza e dopo come consiglier* di minoranza, per i momenti di condivisione e confronto sui temi affrontati nell'arco della nostra attività amministrative, che anno è senz'altro contribuito ad arricchire il bagaglio delle mie conoscenze dandomi la possibilità di leggere la realtà dal punto di vista differenti. Un ringraziamento particolare va il mio capogruppo, che mi ha dato l'opportunità di comprendere l'importanza della politica intesa come servizio per il territorio e per i cittadini, il quale mi ha insegnato che chi si mette in politica deve aver chiaro il concetto che rappresenta una comunità significa mettersi a disposizione cittadini, significa prendere posizione senza essere invadenti ed arroganti, e significa informarsi conoscere per affrontare con preparazioni rispetto alle situazioni. In questi 8 anni ho anche imparato cosa significa affrontare con costanza, tenace, lealtà i problemi risolversi senza farsene vanto e senza utilizzare successi con clamore e altezzosità, perché risolvere i problemi fa parte dei compiti del mandato di ciascun amministratore. Esprimo un sentito augurio di una proficua attività amministrativa alla consigliera che sarà chiamata a sostituirmi, la quale ne sono certa, saprà interpretare il ruolo che le verrà assegnato e ben rappresentare i valori ai quali il nostro gruppo consiliare si è sempre ispirato. Il mio grazie va anche a tutti i dipendenti comunali che a vario titolo e ognuno con le proprie specificità non ho mobile di valore l'impegno pubblico come servizio al cittadino".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter