Politica
Istruzione

Scuola professionale a Zingonia, la Provincia andrà a battere cassa in Regione

Per finanziare l'opera serviranno dai 3 ai 4 milioni di euro: l'obiettivo è di chiedere e ottenere un'integrazione all'accordo di programma.

Scuola professionale a Zingonia, la Provincia andrà a battere cassa in Regione
Politica Media pianura, 30 Novembre 2022 ore 16:08

(nella foto il progetto di riqualificazione dell'area delle ex Torri di Ciserano)

Il sogno di una scuola professionale sul suolo di Zingonia diventa a ogni passo più reale e realizzabile. Almeno nelle intenzioni, come confermato dai cinque sindaci dei Comuni coinvolti che lunedì hanno partecipato a un incontro promosso dalla Provincia di Bergamo per discutere del tema.

Un tavolo a cinque

Un istituto professionale in grado, da una parte di rispondere alle esigenze di manodopera specializzata avanzate dalle aziende del territorio e dall'altra di contribuire alla rinascita del tessuto sociale di Zingonia è senz'altro un obiettivo a cui nessuno vuole rinunciare. La linea comune è emersa chiaramente lunedì al tavolo che ha visto riuniti i sindaci Silvano Zanoli (Verdellino), Caterina Vitali (Ciserano), Fabio Mossali (Verdello), Osvaldo Palazzini (Boltiere) e Corrado Quarti (Osio Sotto) e per la Provincia il consigliere delegato alla Gestione del patrimonio edilizio provinciale e Pianificazione scolastica Umberto Valois (consigliere di minoranza a Verdellino e primo promotore dell'iniziativa) e la consigliera delegata alla Pianificazione Urbanistica e Pianura e sindaco di Cologno Chiara Drago. Via Tasso, inoltre, ha già ricevuto alcune manifestazioni di interesse da enti che vorrebbero proporre la propria offerta formativa proprio a Zingonia dove il tessuto produttivo ha già dato i natali a diverse attività d'eccellenza.

Una scuola alle ex Torri

Resterà da capire dove realizzarla e come finanziare l'intervento. Interrogativi non da poco, che hanno sollevato qualche perplessità e timore nei primi cittadini. La Provincia, infatti, non ha nascosto la propria preferenza riguardo a un possibile insediamento della scuola professionale nell'area delle ex Torri di Ciserano, gli ormai demoliti condomini Anna e Athena, dove l'asta per la vendita indetta da Aler quest'estate è andata deserta.

Ai Comuni resta comunque la possibilità di proporre soluzioni alternative che verranno vagliate insieme alle ipotesi sul finanziamento.

"L'obiettivo è quello di richiedere e ottenere da Regione Lombardia un'integrazione alla dotazione finanziaria dell'accordo di programma sottoscritto lo scorso anno da tutti gli attori coinvolti per il rilancio e la riqualificazione di Zingonia - ha spiegato Valois - Un'ulteriore richiesta di finanziamento non deve ledere gli accordi già presi".

La Provincia batte cassa in Regione

Per finanziare l'intervento, però, serviranno dai 3 ai 4 milioni di euro. La Provincia chiederà ora un incontro con l'assessore regionale all'Istruzione Fabrizio Sala per illustrare il progetto e battere cassa. Durante l'incontro sono stati affrontanti anche altri aspetti come quello - sicuramente non marginale - dell'impatto viabilistico e del trasporto pubblico. In soccorso arriva, però, il progetto del Brt, il collegamento veloce con Bergamo con bus elettrici, che avrà una fermata proprio a Verdellino.

Verdellino e l'ipotesi di via Marconi

Ed è proprio il Comune di Verdellino quello che, nel frattempo, sta portando avanti un progetto parallelo con Regione Lombardia, nell'ambito del bando Arest, proprio per l'insediamento di un centro professionale che troverebbe "casa" nell'attuale scuola elementare di via Marconi che verrebbe quindi dismessa e accorpata al plesso di Zingonia.

 

Seguici sui nostri canali