Rotatoria in via Milano? Accantonata l’idea, ma è polemica

La rotatoria in via Milano a Cologno al Serio è stata una delle ipotesi più dibattute dall'insediamento della Giunta Drago.

Rotatoria in via Milano? Accantonata l’idea, ma è polemica
Romanese, 06 Marzo 2018 ore 16:14

La rotatoria in via Milano a Cologno al Serio è stata una delle ipotesi più dibattute dall’insediamento della Giunta Drago. Ora sembra che si voglia fare un passo indietro. Proprio per questo le minoranze sono insorte nell’ultimo Consiglio comunale.

Rotatoria in via Milano?

La viabilità in via Milano costituisce da sempre uno spinoso problema. Ad oggi a regolare il traffico ci pensano quattro semafori, che inevitabilmente negli orari di punta sono causa di code “bibliche”. Quando nel 2016 l’Amministrazione Drago presentò il Piano delle opere, era emersa l’ipotesi di porre una rotatoria, sostitutiva ai semofari. Il traffico sarebbe stato così agevolato. Quest’idea però fu subito contestata dalle minoranze, che erano convinte che un rondò avrebbe solo provocato ulteriori danni.

Ipotesi accantonata

Tuttavia nel Piano triennale delle opere pubbliche, presentato in Consiglio comunale il 28 febbraio, la rotatoria è inaspettatamente scomparsa dal progetto. Fatto che ha letteralmente surriscadato gli animi della sala con le minoranze, che stupite dell’assenza del rondò nel progetto, hanno attaccato l’Amministrazione.

Perché è scomparso il rondò?

“Perché avete tolto la rotonda che volevate a tutti i costi?” ha attaccato il consigliere Andrea Arnoldi del gruppo di minoranza della Lega Nord. “Andavate in giro vantandovi di questa scelta – ha dichiarato il consigliere di minoranza – e ora, dopo che abbiamo portato alla vostra attenzione che questa idea non piaceva, avete deciso di toglierla dal Piano. A cosa è dovuto questo cambio repentino?”.

La spiegazione della maggioranza

“Nessun ripensamento – ha spiegato il sindaco Chiara Drago – il Piano triennale è per sua natura mutevole e non è qualcosa di vincolante. Inoltre non abbiamo mai inserito nel Piano la rotatoria. Semmai si è sempre parlato di intervento sulla viabilità in via Milano, dove, si sa, la situazione è critica. E’ vero che in passato si è pensato ad un rondò, ma è anche vero che se volessimo realizzarlo bisognerebbe coinvolgere enti sovraccomunali, perché il costo di una rotatoria non è così irrisorio. Posso solo dire che non vogliamo aggravare i cittadini con altri costi. Avendo pochi soldi abbiamo per ora accantonato l’idea. Prima vengono le priorità”.

La critica di Serughetti

A non essere soddisfatto dalle spiegazioni della maggioranza è stato il consigliere Aurelio Serughetti (Per Cambiare). “La questione non è tanto fare o non fare la rotatoria – ha spiegato – piuttosto vorrei davvero capire quale destino avete pensato per quell’intero quartiere. Come intendete valorizzare quell’area, modificandone la viabilità a prescindere dal rondò”.

Video più visti
Foto più viste
Top news regionali
Il mondo che vorrei
Amici della neve