Regione stanzia 18 milioni di euro per gli incentivi alla sostituzione delle auto più inquinanti

Si punta sui nuovi veicoli a gas, ibridi o elettrici. Il contributo massimo è di ottomila euro ed è cumulabile coi fondi statali.

Regione stanzia 18 milioni di euro per gli incentivi alla sostituzione delle auto più inquinanti
Politica 02 Novembre 2019 ore 14:44

La Regione ha stanziato 18 milioni di euro per gli incentivi alla sostituzione delle auto più inquinanti con nuovi veicoli a gas, ibridi o elettrici.

Incentivi alla sostituzione delle auto più inquinanti

Il contributo massimo è di ottomila euro ed è cumulabile con gli incentivi statali. Il bando è stato aperto il 15 ottobre e lo rimarrà fino a fine settembre 2020. Si è dimostrato altissimo l’interesse da parte dei cittadini lombardi che, nelle prime ore di apertura del bando, hanno presentato già centinaia di domande, evidentemente molto interessati alla questione ambientale e a ciò che comporta.

“La decisione di finanziare la sostituzione dei mezzi per i privati cittadini discende da una serie di proposte effettuate, in consiglio regionale, dal nostro Gruppo – fa sapere Jacopo Scandella, consigliere regionale del Pd – Come Partito democratico, infatti, nel corso dell’attuale legislatura, abbiamo più volte evidenziato la necessità di accompagnare le azioni già avviate, quali le limitazioni alla circolazione, con ulteriori e diversificate misure. Tra le iniziative proposte, abbiamo richiesto lo stanziamento di risorse per interventi da rivolgere anche ai privati cittadini per favorire la rottamazione dei veicoli inquinanti e la loro sostituzione con veicoli a basse emissioni, auto elettriche comprese. Queste richieste rientrano nelle politiche che possono produrre un duplice beneficio: da un lato migliorano la qualità dell’aria e dall’altro tendono a mitigare il riscaldamento climatico”. A questo punto, precisa Scandella, “acquistare un’auto elettrica non sarà più un affare per pochi. Con il nuovo bando regionale, cumulato con gli incentivi nazionali, il prezzo di tanti modelli elettrici diventa uguale o addirittura inferiore a quelli alimentati a benzina o diesel, dando così la possibilità a chiunque voglia cambiare la sua auto di sceglierne una con un impatto ambientale inferiore”.

Lotta all'inquinamento

Tuttavia, il consigliere Pd ci tiene a sottolineare che “il nostro impegno ovviamente non si ferma alle auto, ma riguarda il contrasto a tutti i fattori inquinanti della nostra regione, dalla produzione di energia elettrica con fonti rinnovabili alla forestazione urbana fino all’efficientamento energetico degli edifici. Dobbiamo lavorare per mobilitare quante più risorse pubbliche e private con l’obiettivo della sostenibilità ambientale”. La Giunta regionale non è stata capace di effettuare una seria programmazione”.

TORNA ALLA HOME