Politica
Romano

Politica locale in lutto per la scomparsa di Enrico Pagliarini

Il fondatore del circolo di Fratelli d'Italia "Marzio Tremaglia" di Romano aveva 60 anni.

Politica locale in lutto per la scomparsa di Enrico Pagliarini
Politica Romanese, 13 Ottobre 2022 ore 18:33

La politica della Bassa è in lutto per la scomparsa di Enrico Pagliarini. Classe 1962, era una delle colonne del centrodestra di Romano e di tutta la Calciana, e aveva fondato nella sua città natale il circolo di Fratelli d'Italia. A portarlo via, giovedì 13, è stata una malattia contro la quale ha lottato per alcuni mesi. Era considerato uno dei possibili leader del centrodestra romanese, in vista delle elezioni comunali del 2024.

Dalla "Folgore" alla carriera di avvocato

Nato a Bergamo il 22 aprile 1962, tre figlie, si era laureato nel 1989 in Diritto industriale. Sergente nella "Folgore" durante la "naja", Enrico Pagliarini era uno dei discendenti della storica famiglia romanese legata all'omonima azienda che produceva dolciumi, a sud della città. Proprio lì, nel quartiere  sud di Romano dove si trovava la fabbrica di caramelle dell'azienda, abitava e lavorava come stimato avvocato, in uno studio associato.

Nel Cda di Aqualis, Porta sud e Gasparina di Sopra

Iscritto all'ordine degli avvocati di Bergamo dal 1993, si occupava soprattutto di diritto civile, amministrativo e societario, ma aveva ricoperto anche ruoli in società pubbliche e private, come il Cda di Aqualis (servizio idrico integrato della Bassa) e  Porta Sud (per il recupero di un grande quartiere di Bergamo). Nel volontariato, è stato impegnato come vicepresidente della cooperativa Gasparina di Sopra, che si occupa di assistenza di ex tossicodipendenti.

La politica: da Alleanza nazionale al nuovo circolo "Tremaglia" di Fratelli d'Italia

In politica era entrato anni fa, essendo eletto alla carica di consigliere comunale a Romano nelle fila di Alleanza nazionale a cavallo del secolo. Come consigliere aveva fatto parte anche delle commissioni Bilancio e Urbansitica. Recentemente aveva fondato il circolo romanese "Marzio Tremaglia" nella sua città, ed era stato capolista alle ultime comunali per FdI.

Commosso il ricordo di chi l'ha conosciuto in questi anni.

Tugnoli: "Era un vero patriota"

"Con Enrico abbiamo condotto insieme diverse campagne elettorali ma senza dubbio la più bella è stata quella che ha visto nascere il circolo di Fratelli d'Italia a Romano con lui alla guida - sono le parole di Valentina Tugnoli, coordinatrice di Fratelli d'Italia di Treviglio, ma romanese d'origine - Uno stimato professionista, un vero patriota, una persona con principi politici saldi. Avevamo grandi progetti per Romano e credo che la città abbia perso un cittadino che avrebbe potuto dare molto alla comunità. Mi unisco al dolore della famiglia".

"Un dolore immenso che ci lascia senza parole - ha commentato Andrea Nozza, segretario della Lega di Romano - Enrico era una persona speciale, un bravo padre di famiglia e un professionista stimato e apprezzato da tutti con cui abbiamo condiviso la passione per la politica. A nome della Lega di Romano le più sentite condoglianze e un forte abbraccio alla famiglia.
Ciao Enrico, ci mancherai".

Nicoli: "Idee politiche diverse, ma amava Romano e sapeva dialogare in modo pacato"

Anche dal campo politico avverso sono arrivati messaggi di cordoglio. "Conoscevo personalmente Enrico da anni, sia per l'impegno politico che ci univa che per il fatto che i nostri figli hanno la stessa età - ha detto il sindaco dem di Romano Sebastian Nicoli - Nonostante di dividesse la diversa appartenenza politica, era una persona che sapeva confrontarsi pacatamente, senza mai cadere nelle logiche di partito, ed era evidente sempre che nonostante la pensassimo in modo diverso, aveva veramente a cuore la sua città, Romano, e il suo sviluppo".

Seguici sui nostri canali