torre

Più di trecento mila euro investiti nell’anno più duro per il paese

Tra le opere portate a termine spicca il completamento dell'illuminazione pubblica a led.

Più di trecento mila euro investiti nell’anno più duro per il paese
Politica Oglio, 10 Gennaio 2021 ore 10:11

Più di trecentomila euro investiti per il paese.  Nell'anno più duro che i sindaci hanno dovuto vivere ,Antonio Marchetti, primo cittadino di Torre Pallavicina, ha tenuto fede alle promesse di inizio mandato e con le opere ultimate a dicembre ha completato il suo programma elettorale. In primavera infatti si terranno le elezioni amministrative comunali, e l'inizio del 20121 è stata l'occasione per fare un bilancio dell'anno appena concluso.

Illuminazione a led

Tra le opere portate a termine spicca il completamento dell'illuminazione pubblica a led. Un percorso iniziato due anni fa e che è stato ultimato nelle ultime settimane del 2020. "Abbiamo investito circa 115 mila euro per sostituire tutti i punti luce del paese con dispositivi al led che oltre garantire una migliore visibilità incidono sul risparmio energetico.- ha detto – Un lavoro lungo, perché il paese si sviluppa su tre frazione, un territorio grande, ma che nelle prossime settimane vedrà l'implementazione con l'aggiunta di nuovi punte luce su snodi di collegamento importanti tra le tre frazioni". Un'altra opera fondamentale per la viabilità ha riguardato il piano asfaltature, terminato con i 100 mila euro arrivati da Regione Lombardia.

Viabilità e asfaltature

"Attraverso il contributo abbiamo portato a termine il piano asfaltature .- ha detto Marchetti – È stato completato collegamento tra il caseificio e il campo sportivo a Santa Maria. Nel corso dei cinque anni abbiamo asfaltato tutte le strade di Torre, e il collegamento da Santa Maria e Fontanella". Sempre in tema di viabilità la gestione Marchetti ha promosso l‘ allargamento di via Sante Giulie, in fase di ultimazione, che collega la strada provinciale alla frazione di Villanuova, un'arteria stradale principale e battuta che ora permetterà il transito in sicurezza a due corsie.

Nuovo sistema di riscaldamento

Un altro punto programmatico di inizio mandato del gruppo di Obiettivo Comune, che compone la maggioranza del sindaco Marchetti, riguardava l'ambito scolastico e culturale del paese. Dopo aver unificato le scuole dell'infanzia con la primaria, permettendo alla biblioteca comunale di avere una nuova sede, l'Amministrazione è intervenuta sull'impianto di riscaldamento del plesso scolastico, dotandolo di una nuova centrale termica per una spesa di 43 mila euro. Le opere portate a termine hanno rappresentato un valore aggiunta per il paese in un  anno duro e difficile che il sindaco Antonio marchetti ha vissuto in prima linea. "Credo che il 2020 abbia messo a dura prova tutti i sindaci della bergamasca.- ha detto – La pandemia ha colpito duramente il territorio. Per tutto il tempo mi sono sentito responsabile per i miei cittadini. Dopo il primo lockdown in cui la cittadinanza non ha avuto problemi, negli ultimi mesi si sono sviluppati tre focolai domestici che sono sempre stati monitorati e ora si sono esauriti, fortunatamente, nel migliore dei modi".

TORNA ALLA HOME