Politica
Spirano

Pista ciclabile, a metà mese appaltata l'opera

Collegherà il paese con Comun Nuovo e i due Comuni con le rispettive zone produttive. L'opera da 2 milioni di euro ha ricevuto 1,4 milioni dalla Regione e 200mila euro dalla Provincia.

Pista ciclabile, a metà mese appaltata l'opera
Politica Media pianura, 06 Novembre 2022 ore 17:34

L'Amministrazione comunale di Spirano ha approvato il progetto esecutivo per la pista ciclopedonale per Comun Nuovo, entrò metà novembre saranno appaltati anche i lavori.

Pista ciclabile, ok al progetto esecutivo

Procede a ritmo serrato l’iter per la realizzazione del nuovo tratto di pista ciclabile che collegherà Spirano a Comun Nuovo e, soprattutto, i due centri abitati alle relative zone industriali. L’opera, dal costo complessivo di 2 milioni di euro, è finanziata in larghissima parte da Regione Lombardia attraverso un contributo da 1,4 milioni di euro, cui si affianca un investimento da parte della Provincia di Bergamo pari a 200mila euro.
A completare il quadro saranno i 50mila euro stanziati da Comun Nuovo per il tratto di propria competenza, e i 350mila del Comune di Spirano con fondi propri tramite l’accensione di un mutuo.

L'Amministrazione accelera il passo sull'opera

Già nelle scorse settimane l’Amministrazione del sindaco Yuri Grasselli aveva spinto il piede sull’acceleratore anticipando le risorse necessarie all’investimento dal bilancio 2023 a quello corrente, annunciando di voler far partire i lavori entro l’anno.
Ecco dunque che nei giorni scorsi è stato approvato anche il progetto definitivo del tracciato ed è stata bandita la gara d’appalto dell’opera, che - garantisce Grasselli - verrà affidata entro metà mese. Da allora, potranno partire i lavori per la sua realizzazione.
Un investimento cruciale, dunque, accolto con favore anche dal gruppo di minoranza "Spirano in Movimento", e la cui importanza nel quadro della rete di collegamenti della Bassa è stata ribadita a suo tempo anche da Giovanni Malanchini, che aveva ricordato come l’investimento andrà a garantire sia la mobilità dolce, ma anche la sicurezza dei ciclisti in direzione della zona industriale dei due Comuni.

Seguici sui nostri canali