“Patatineria” davanti alla Basilica, il Comune rinuncia al contenzioso

I fatti risalgono al 2016 quando, in piazza Manara, aprì la friggitoria per le patatine olandesi. Ma pochi giorni dopo arrivarono i tecnici dell'Ats.

“Patatineria” davanti alla Basilica, il Comune rinuncia al contenzioso
Treviglio città, 16 Gennaio 2020 ore 15:34

Il Comune rinuncia a proseguire il contenzioso con l’imprenditore che tre anni fa aveva aperto una “patatineria” davanti alla Basilica di San Martino, in piazza Manara a Treviglio. Nei giorni scorsi l’imprenditore ha comunicato l’intenzione di ritirare l’istanza permettendo così anche al Comune di mettere la parola fine sulla vicenda.

L’odissea della “Patatineria”

A inizio agosto del 2016, infatti, la società “La Patatosa Srl” aveva aperto la friggitoria specializzata in patatine olandesi. Nemmeno una settimana dopo, arrivarono i tecnici dell’Ats, i quali stabilirono che l’attività non poteva proseguire a causa della mancanza della canna fumaria. I titolari dimostrarono l’esistenza di un sistema alternativo, grazie al quale veniva abbattuto il 95% dei vapori. Ma non bastò. Il risultato fu una multa di duemila euro l’ordinanza di chiusura da parte del Comune. Ordinanza contro cui l’imprenditore presentò ricorso a Tar. Famosa anche la provocazione messa in atto dallo stesso, quando negli stessi locali annunciò l’apertura di un centro di massaggi orientali, sollevando lo sdegno di molti cittadini vista la vicinanza della Basilica.
Sta di fatto che il Comune si oppose al ricorso. Nei giorni scorsi, però, l’imprenditore ha comunicato l’intenzione di ritirare l’istanza. In questo modo anche il Comune ha potuto archiviare definitivamente la vicenda.

TORNA ALLA HOME

Video più visti
Foto più viste
Top news regionali
Il mondo che vorrei
Amici della neve