Menu
Cerca
Treviglio

Parcheggio riservato ai trevigliesi, è polemica

Gli stalli verranno individuati al Turro. Il Pd: "Scelta sbagliata", Italia Viva invece concorda: "Ma facciamolo in via Vittorio Veneto".

Parcheggio riservato ai trevigliesi, è polemica
Politica Treviglio città, 27 Febbraio 2020 ore 16:32

L’Amministrazione comunale di Treviglio ha annunciato che riserverà una parte del parcheggio Turro di viale Piave ai trevigliesi. E scoppia la polemica. Soprattutto tra i pendolari che arrivano da fuori città.

Parcheggio

L’annuncio è stato dato nell’ultimo Consiglio comunale durante la presentazione del bilancio di previsione, anche se già da tempo è un’ipotesi che la Giunta guidata da Juri Imeri stava valutando. Va infatti ricordato che il provvedimento era contenuto all’interno del programma elettorale di mandato. L’intervento dovrebbe essere effettuato entro l’estate. E’ da decidere, poi, come verrà normata la sosta: se solo con la modifica della segnaletica orizzontale, oppure installando degli “occhi” elettronici che leggono le targhe come avviene per la Ztl.

Monta la protesta

Il provvedimento, ovviamente, non mancherà di sollevare le proteste dei pendolari che arrivano da fuori città e che utilizzano il parcheggio Turro per raggiungere poi la stazione Centrale. Ad accendere la miccia su Facebook è stato però il consigliere comunale del Pd, Erik Molteni, seguito a ruota da molti pendolari. “Veramente strana questa amministrazione – ha scritto – quando segnalavamo in consiglio comunale (e non solo) la carenza di parcheggi, ci rispondevano che erano tutte invenzioni. Ora addirittura vietano ai pendolari di parcheggiare in uno dei pochi parcheggi adiacenti alla stazione centrale, riservandolo ai residenti. E dimenticando che la stazione ferroviaria è uno degli snodi più frequentati della provincia. A un anno dalle elezioni una trovata elettorale che dimentica i veri problemi della viabilità e dei parcheggi e che ci riporta indietro di trent’anni. Sarebbe stato sicuramente più lungimirante farsi promotori di un accordo con i comuni vicini e studiare un vero piano di mobilità dolce, non lo specchietto delle allodole delle pseudo ciclabili inaugurate in pompa magna”.

Italia Viva: “Condividiamo, ma non il Turro”

Nell’opposizione c’è però chi è d’accordo con la scelta della Giunta di riservare un parcheggio ai trevigliesi. “Condivido la proposta  – ha detto Stefano Sonzogni di Italia ‘Viva W Treviglio’ – Si tratta di una proposta più volte da me avanzata, così come da diversi altri esponenti prima iscritti del Pd, ora in Italia Viva, e attivi nei comitati tematici e territoriali presenti a Treviglio. Non concordo, invece, sulla scelta di individuare il Turro come parcheggio riservato, perché sarebbe stato più logico e ragionevole destinare ai residenti il più piccolo parcheggio di via Vittorio Veneto, che rispetto al primo è più difficilmente raggiungibile da chi proviene da fuori Treviglio. Confido che dopo la bocciatura della mozione che presentai tempo fa, la Giunta trovi tempo e soldi per riattivare la navetta gratuita per le stazioni Centrale ed Ovest e rendere più sicuro e confortevole raggiungere la stazione con la bicicletta, così come che la difesa a spada tratta di Trenord e dell’Assessore leghista Terzi almeno servano a portare a Treviglio i fondi per realizzare un moderno e sicuro parcheggio multipiano gratuito a sud della stazione, così da liberare posti auto per le attività produttive del PIP 2”.

TORNA ALLA HOME

 

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli