Politica

Palazzini e Testa di nuovo insieme: un "ritorno al futuro" per Boltiere

"Garante" dell'accordo il coordinatore provinciale di Forza Italia Umberto Valois: "Abbiamo lavorato insieme per un centrodestra unito"

Palazzini e Testa di nuovo insieme: un "ritorno al futuro" per Boltiere
Pubblicato:

E' stata ufficializzata questa mattina, 7 febbraio 2024, la nuova (e vecchia) alleanza tra il sindaco uscente Osvaldo Palazzini e il capogruppo di "Insieme per Boltiere" Maurizio Testa in vista delle elezioni amministrative del prossimo giugno. Un "ritorno al futuro" sotto il segno di Forza Italia e con l'obiettivo di presentare un centrodestra unito.

Palazzini e Testa, si torna alle origini

Al tavolo con Palazzini e Testa anche il vicensindaco Renato Cavalleri e il coordinatore provinciale di Forza Italia Umberto Valois "garante" di un accordo che punta a un centrodestra unito, superando le divisioni che alle scorse amministrative avevano spinto Testa e Palazzini a presentarsi ognuno con la sua lista.

"Abbiamo da una parte il sindaco Palazzini punto di riferimento di una buona amministrazione, - ha esordito Valois - dall'altra Testa, coordinatore della circoscrizione di Dalmine per Forza Italia e referente per gli enti locali. Con loro abbiamo condiviso la necessità di rafforzare il centrodestra di Boltiere soprattutto nella sua parte più moderata e centrista. Un'azione che si allinea a quella che Forza Italia sta portando avanti sul territorio lasciando la porta aperta a tutti coloro i quali si riconoscono nei valori centristi, popolari ed europeisti del partito. Sono sicuramente molto soddisfatto del risultato ottenuto riunendo il centrodestra e rafforzandolo potendo contare su un'Amministrazione che ha fatto bene negli ultimi cinque anni".

E poi si sbottona: "Un sindaco che ha lavorato bene, su Palazzini Forza Italia vorrà investire anche in futuro".

Testa: "Saremo leali a questa alleanza"

Nella sostanza il gruppo "Insieme per Boltiere", che negli ultimi cinque anni ha rappresentato una delle due minoranze (l'altra, "Cambia il passo", di centrosinistra potrebbe svelare a breve il suo candidato, ndr), confluirà in "Gente di Boltiere", che con ogni probabilità manterrà lo stesso nome anche alle prossime elezioni e potrà contare sulla disponibilità del simbolo di Forza Italia.

"C'è una condivisione del programma che già cinque anni fa era simile in molti punti - ha spiegato Testa - e ci impegneremo a mettere a disposizione le risorse umane e le nostre esperienze amministrative. Saremo leali a questa alleanza di cui sono molto soddisfatto e per la quale ringrazio il sindaco Palazzini e tutto il suo gruppo per questa volontà di "risposarci". Un grazie sicuramente a Valois che ha creduto in questa alleanza e l'ha resa possibile".

Il primo mandato e il "divorzio"

Un "ritorno al futuro" dato che non si tratterebbe della prima l'esperienza amministrativa insieme. Dal 2009 al 2014, durante il primo mandato di Palazzini, Testa era vicesindaco. Dissapori interni li avevano portati ad allontanarsi, presentandosi separatamente alle elezioni del 2014, che portarono alla vittoria la lista di centrosinistra di Armida Forlani e così anche a quelle del 2019 che riconsegnarono la fascia tricolore a Palazzini.

Dopo mesi di trattative e confronti gli attriti sembrano ormai superati e Testa e Palazzini - che correrà quindi per il secondo mandato consecutivo, il terzo in totale - sono pronti a stringersi di nuovo la mano.

"Un ringraziamento è doveroso per la fiducia e per la scelta di convergere sul mio gruppo storico - ha sottolineato Palazzini - E' un'alleanza che si attiva per merito grazie all'ottimo rapporto che abbiamo sempre avuto con tutto il centrodestra e a quanto dimostrato con i fatti durante questi cinque anni"

Palazzini: "Guardiamo al futuro del paese"

"Con questa alleanza non guardiamo solo a oggi, a queste prossime elezioni - ha rimarcato Palazzini - Avremmo potuto proseguire solo con il nostro gruppo, i numeri li avevamo. Ma abbiamo preferito guardare più in là, alle future generazioni per dare un'impronta forte di un centrodestra unito. Penso sia stata una decisione saggia per il futuro del paese".

Aperture a Lega e FdI

La lista civica "Gente di Boltiere" ha attirato a sé non solo le attenzioni di Forza Italia, ma non sono mancati i contatti con la Lega e Fratelli d'Italia. "Non abbiamo nessuna preclusione nei confronti di Lega e Fratelli d'Italia", ha puntualizzato Palazzini e se il Carroccio riuscirà a inserire un suo rappresentante - confermando così l'appoggio - Fratelli d'Italia non ha individuato nomi sul territorio pur sostenendo il progetto di una lista unica per il centrodestra.

Seguici sui nostri canali