No alla mobilità di Alessandro Cremaschi: “abbandonò la nave”

A Fara d'Adda la Giunta si spacca sulla decisione di concedere il nulla osta al trasferimento definitivo al Comune di Arcene.

No alla mobilità di Alessandro Cremaschi: “abbandonò la nave”
Treviglio città, 30 Settembre 2018 ore 13:20

La Giunta si spacca sull’addio definitivo del responsabile finanziario Alessandro Cremaschi, in mobilità da tre anni.

Caso Alessandro Cremaschi

Il vicesindaco Marco Danieli proprio non ne ha voluto sapere di esprimere parere favorevole al nulla osta alla mobilità volontaria di Cremaschi. Anzi lo invita a «fare ammenda per aver abbandonato la nave».
Quella dei dipendenti comunali è una diaspora che sembra infinita. Era il maggio del 2016 quando Cremaschi fece armi e bagagli prendendosi un’aspettativa di tre anni e accettando l’incarico offerto dal Comune di Arcene.

In rotta

Da tempo il clima in Municipio si era fatto pesante e, guarda caso, i tre anni scadono in concomitanza con le ormai prossime elezioni comunali. E ora Danieli ha detto il suo no forte e chiaro, scrivendo le sue ragioni nero su bianco. Lo ha fatto in un allegato alla delibera di Giunta, che invece ha votato a favore “liberando” il dipendente.

Leggi di più sul Giornale di Treviglio in edicola.

TORNA ALLA HOME

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia