Nessuno vuole fare il sindaco

Castel Gabbiano andrà al voto il 10 giugno, a patto che si trovi almeno un candidato eleggibile.

Nessuno vuole fare il sindaco
Politica Cremasco, 07 Aprile 2018 ore 09:38

AAA sindaco cercansi. Sarà il 10 giugno la data delle prossime elezioni amministrative, nel corso delle quali i cittadini di Castel Gabbiano eleggeranno - forse - il nuovo sindaco. Forse. E il dubbio resta, perché chi si potrà eleggere se nessuno si candida? Nessuno, con il rischio che il Comune si veda commissariato ancora una volta dopo le dimissioni dell'ex sindaco Rosanna Ignazi (in foto).

I politici locali si tirano indietro

Data la situazione, abbiamo cercato di capire chi possa essere il futuro sindaco - o almeno candidato - del paese. E per farlo siamo partiti da dove la storia si è interrotta, dagli ultimi politici.
Chiarissima la posizione dell’ex sindaco Rosanna Ignazi, che dopo le dimissioni non vuol più saperne della politica locale e non ha intenzione di ricandidarsi.
Da una sponda all’altra, ancor più categorico è stato il capogruppo di minoranza Pierangelo Bianchessi che, sollecitato su una sua eventuale candidatura ha tenuto a chiamarsi fuori dai giochi sparando a zero sui cittadini: "Io sicuramente non mi ricandido, questo è un paese in cui i cittadini non capiscono un ca**o. Scrivetelo pure, tanto sono solo dei co*****i".

Un ritorno di Giorgia Sonzogni? "Ma anche no"

Quanto al portavoce di minoranza Roberto Zanibelli, come in una sorta di telefono senza fili si è affidato al classico "sentito dire": "Personalmente non ho intenzione di ricandidarmi - ha chiarito - Quanto a eventuali candidature, ho sentito dire che si candiderà Giorgia Sonzogni".
Peccato che la diretta interessata poco ne sappia e ancor meno ne voglia sapere, e abbia smentito la notizia affermando che Castel Gabbiano non è un paese che risponde bene alle novità, e per questo motivo non si voglia candidare.

L'ultima speranza. Il figlio dell'ex assessore Pannunzio

Un ultimo nome, infine, è spuntato, ma resta avvolto nel mistero: Giorgia Sonzogni ha infatti dichiarato di aver avuto notizia di un possibile interessamento da parte del figlio dell'ex assessore Pannunzio, ma che sia una voce da prendere con le pinze.
Insomma, a quasi 60 giorni dall’election day a Castel Gabbiano si sta assistendo a una campagna elettorale al contrario, dove anziché dire «votatemi» i partecipanti dicono «forse potrete votare lui».

Leggi di più sul CremascoWeek in edicola.