Menu
Cerca

Nasce Forza Italia a Ciserano: lo scontro è su Zingonia

"Bisogna riconoscere un indennizzo più alto ai proprietari degli appartamenti"

Nasce Forza Italia a Ciserano: lo scontro è su Zingonia
Politica 11 Ottobre 2017 ore 11:04

E’ nato a Ciserano il nuovo circolo di Forza Italia. Principali promotori del progetto i consiglieri comunali del «Gruppo Misto» Massimo Tagliabue, Giovanni Vitali e Gregorio Zucchinali, insieme all’ex sindaco del paese Mario Foglieni e dall’ex vicesindaco Antonio Cattaneo. Ma, dalla folla presente all’inaugurazione della nuova centralissima sede, sembra che i forzisti ciseranesi siano già un gruppo ben nutrito.

Forza Italia e Lega in un unico listone

Presenti all’evento l’assessore regionale Alessandro Sorte, il coordinatore provinciale di Forza Italia Paolo Franco e il coordinatore del collegio Maurizio Testa. L’obiettivo, secondo Sorte, è quello di creare un «listone di centrodestra» che alle prossime amministrative possa ambire a spodestare la lista di centrosinistra vicina al Pd che da anni.
«Oggi festeggiamo l’inaugurazione di una nuova sede – ha detto il coordinatore del circolo Tagliabue – tra meno di due anni festeggeremo la conquista della fascia tricolore». «Il nostro modello di riferimento – ha detto Sorte – deve essere quello di Regione Lombardia che, guidata dalla coalizione tra Forza Italia e Lega Nord, ha raggiunto ottimi risultati».

Primo obiettivo: 22 ottobre

Numerosi gli obiettivi della nuova forza politica: «Non abbiamo aperto la sede il mese prima delle amministrative per avere una vetrina e visibilità – ha detto Paolo Franco – ci misureremo subito con il referendum del 22 ottobre». Referendum sul quale, a dire il vero, anche il sindaco Enea Bagini ha espresso parere favorevole. Ma i punti d’incontro tra gli ex alleati (i consiglieri del Gruppo Misto sono stati eletti nella lista civica «Solidarietà e progresso per Ciserano» per poi fuoriuscire poco dopo le elezioni).

La “questione Zingonia”

Il tema caldo dell’agone politico ciseranese nei prossimi mesi sarà quello che ruota attorno all’annosa questione «Zingonia». I forzisti non sembrano essere d’accordo con quanto stabilito dalla Regione e dal sindaco Enea Bagini.  «Mi dispiace – ha detto Bagini – dover constatare che i consiglieri del Gruppo Misto vanno ora contro ad un progetto di riqualificazione che era nel programma elettorale della lista nella quale sono stati eletti dai cittadini». “Non siamo affatto contrari alla riqualificazione di Zingonia”. Hanno replicato i neoforzisti  “Semplicemente riteniamo opportuno dare ai residenti regolari e ai proprietari degli appartamenti un giusto indennizzo per la propria abitazione”.

Obiettivi a lungo termine

Ma i punti focali del programma di Tagliabue sono molteplici. Il primo focus è la riduzione dei costi della politica. Un altro punto che sta a cuore ai forzisti ciseranesi è la revisione totale del piano dei finanziamenti alle associazioni. Imprescindibile un’azione mirata sulla sicurezza. Secondo i forzisti serve il ripristino e il potenziamento delle telecamere, anche a scapito della privacy.  Il sogno però è la la creazione di un bosco intercomunale. Una grande area verde per dare respiro a una zona a vocazione industriale.  Infine un’attenzione particolare sarà riservata alla creazione di nuovi spazi  per l’attività sportiva e ricreativa dei ragazzi.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli